menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Inquinamento, con le nuvole si impenna l'ozono

Doppio sforamento registrato dalle centraline della Città Metropolitana sulle alture di Pegli nel pomeriggio di sabato. E la cappa che avvolge il capoluogo ligure favorisce il ristagno di sostanze inquinamenti anche per domenica

La cappa di umidità e nuvole che ha avvolto il capoluogo ligure nel weekend ha contribuito all’aumento dell’inquinamento in città, con le centraline della Città Metropolitana che hanno registrato un doppio superamento dei limiti di legge dell’ozono sulle alture di Pegli.

Il picco sabato pomeriggio tra le 16 e le 18, dove le centraline del ponente cittadino hanno visto l’ozono innalzarsi oltre il limite di 180 µg/m3, con un valore di 187 µg/m3 nella prima ora e di 182 µg/m3 nella seconda. Tutti nei limiti di legge, invece, i valori rilevati dalle altre centraline del territorio, sia nel capoluogo sia nell’entroterra e in riviera, così come sotto le rispettive soglie di legge sono risultate, in tutte le centraline del territorio, le concentrazioni degli altri agenti inquinanti monitorati: monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili. 

Il servizio meteorologico dell’aeronautica militare prevede però per oggi, domenica 31 luglio, condizioni sfavorevoli al ristagno di inquinanti: il consiglio, in questi casi, è di limitare l’uso di veicoli privati e di evitare esposizioni di lunga durata all’aria aperta ai gruppi di popolazione particolarmente sensibili (bambini, anziani e soggetti con problemi respiratori).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Covid, da lunedì tutta la Liguria in zona arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento