menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Genova: ingegnere trovato legato e nudo, morto per soffocamento

Andrea Gragnani, detto Antonio, è stato brutalmente picchiato. Resta da accertare se l'uomo di 84 anni sia morto in seguito a un gioco erotico finito male oppure ucciso da un rapinatore. Indagini negli ambienti omosessuali in particolare su giovani romeni

Genova - Resta ancora da capire se l'uomo sia stato ucciso a scopo di rapina, visto che nell'abitazione non sono stati trovati né il portafoglio, né il cellulare, e una cassaforte è risultata forzata; oppure se sia morto al culmine di un gioco erotico finito male. Di certo c'è la violenza, selvaggia.

Questo il responso dell'autopsia disposta dal pm Piercarlo Di Gennaro ed effettuata ieri, mercoledì 2 maggio 2012, sul corpo di Andrea Gragnani, detto Antonio, ingegnere genovese di 84 anni trovato senza vita, legato al letto nudo nella sua abitazione in passo Ferradini a Marassi.

L'elemento certo finora è che l'anziano è stato picchiato a sangue con violenza brutale. Inizialmente, data la presenza di un pace-maker, gli inquirenti avevano ipotizzato un malore, ma l'esame autoptico ha accertato che l'ingegnere è morto per soffocamento. Le indagini muovono dall'accusa di omicidio volontario.

Il furto del telefonino e del portafoglio e il tentativo di forzare la cassaforte sono altri elementi su cui stanno lavorando gli inquirenti. A quanto trapela, colui che era in camera con l'ingegnere quella fatidica notte fra sabato 28 e domenica 29 aprile, avrebbe lasciato numerose tracce.


Le indagini si concentrano sugli ambienti omosessuali, in particolare su alcuni giovani romeni, che l'anziano ingegnere era solito portare a casa e pagare in cambio di prestazioni sessuali. Non è ancora chiaro se Andrea Gragnani abbia trovato tragicamente la morte per colpa del suo desiderio di trasgredire e spingersi oltre oppure se sia stato ucciso a scopo di rapina.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus, Bassetti: «È iniziata terza ondata, temo farà male»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento