Le bucano le gomme perché lesbica, lo sfogo dell'infermiera Camilla

La 23enne ha rivolto un appello via social: «Qualcuno vuole tutelare i miei diritti?»

«Quando sei lesbica, in Italia, si comportano così i tuoi vicini di casa omofobi...».

Camilla Cannoni ha 23 anni, vive a Genova con la sua compagna e fa l'infermiera. Ieri pomeriggio, andando al lavoro, si è trovata le gomme dell'auto bucate e gli specchietti spaccati.

Secondo la ragazza, i suoi vicini di casa la minaccerebbero da tempo per la sua omosessualità; fino a questa intimidazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Dopo mesi che mi chiamano ‘lesbica di m*rda’ e ‘pervertita’, sono stata minacciata anche di morte ripetute volte», dice Camilla, in lacrime, in un video pubblicato su TikTok.

A dire dell'infermiera genovese, uno dei vicini avrebbe anche rotto il guinzaglio del suo cane in una tentata aggressione, per poi segnalarlo all’Asl come animale pericoloso. 

«Questa gente vuole anche far abbattere il cane mio e della mia fidanzata», spiega Camilla in un’altra storia Instagram.⠀

Lo sfogo di Camilla Cannoni arriva a ridosso della discussione alla Camera dei Deputati per la legge contro l'omolesbobitransfobia e misoginia (DDLZan). «Quello che voglio è solo vivere in pace, serena. Che tutte le persone possano girare mano nella mano, che siano due uomini, due donne, due bambini o due cani», conclude Camilla. 

Intanto, si muove la solidarietà sia da parte degli utenti sia dell'Arcigay di Genova. «Siamo con te Camilla!», scrive il presidente Claudio Tosi. E ha offerto alla ragazza una supporto legale: «La comunità #LGBT c'è e soprattutto ora vuole esserci. Lo Sportello Legale Arcigay Genova ha provato a contattarti, perché Arcigay Genova vorrebbe sostenere te e la tua difesa».

«Queste sono proprio le storie che non vorrei sentire, né a Genova, né in nessun luogo - dice Tosi - Tutto succede proprio ora, mentre si discute della legge contro le discriminazioni per orientamento sessuale e identità di genere.

Le nostre energie ora ancora più importanti contro l'omofobia».

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ruba smartphone a mamma con neonato sul bus, poi la prende a pugni

  • Neve e ghiaccio in autostrada: scattano blocchi e chiusure, la situazione traffico

  • Il proverbio di Santa Bibiana, che "prevede" il meteo

  • A 116 km orari in corso Europa: patente ritirata e maxi multa

  • È arrivata la neve: le foto

  • Famiglia si schianta in autostrada, altro incidente sul Fasce

Torna su
GenovaToday è in caricamento