menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pegli: sfida il gelo per accudire i cani e rischia di morire

Nonostante neve e freddo ha deciso di recarsi dai cani che tiene sulle alture di Pegli in via Rexello. Percorrendo il sentiero è caduto. Un passante ha udito l'ululato dei cani e una voce fievole chiedere aiuto, dando l'allarme

Genova - La neve e il freddo imperversano in città raggiungendo anche la costa, mentre molte delle alture di Genova sono paralizzate dalla coltre bianca. Nonostante ciò, un genovese di 62 anni decide di uscire di casa sfidando le intemperie per andare ad accudire alcuni cani che vivono in una porzione di terreno di campagna sopra via Rexello, a Pegli.

Purtroppo però durante il cammino nei sentieri, forse già resi scivolosi dal nevischio, l’uomo cade e resta immobilizzato raggiungendo ben presto uno stato di ipotermia. Un cittadino che passa nella zona sente gli ululati dei cani e una voce fievole chiedere aiuto. Capisce che qualcuno è in difficoltà e chiama il 113.

Gli agenti di una volante arrivano sul posto allertando i vigili del fuoco e il 118. Dopo aver percorso una salita i poliziotti scorgono l’uomo prono a terra immobile e poco cosciente, coprendolo con il proprio giaccone caldo, in attesa dei militi, per poi scortarlo fino al pronto soccorso dell’ospedale Villa Scassi di Sampierdarena, dove viene trattenuto in osservazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caligo: Genova si sveglia (ancora) nella nebbia, le foto più belle

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento