rotate-mobile
Incidenti stradali

Identificato il ciclista morto a Bolzaneto, aveva 66 anni

Valerio Parodi è stato riconosciuto ieri sera dalla moglie con cui viveva a Ceranesi. Appassionato delle due ruote era solito uscire nel tardo pomeriggio con un gruppo amatoriale per fare il giro di Orero. Ieri pomeriggio si trovava da solo quando è stato travolto e ucciso sul ponte Divisione alpina cuneense

Il ciclista ucciso ieri pomeriggio da un tir a Bolzaneto si chiamava Valerio Parodi, aveva 66 anni e viveva a Ceranesi con la moglie.

Era senza documenti, al momento dell'incidente, e gli agenti della polizia locale hanno lavorato diverse ore per arrivare a identificarlo in serata. Faceva parte del gruppo Cicloamatori anni 80 e insieme ai suoi compagni di sella era solito uscire nel tardo pomeriggio per fare il giro di Orero.

Ieri pomeriggio, intorno alle 14, era da solo e probabilmente, secondo i suoi amici delle due ruote, era diretto a Pontedecimo e stava tenendo la destra quando è stato travolto e ucciso dal mezzo pesante sul ponte Divisione alpina cuneense.

La dinamica dell'incidente è ancora in fase di valutazione da parte della sezione infortunistica della polizia locale, diretta da Stefano Biggio: la bicicletta di Parodi e l'autoarticolato viaggiavano nella stessa direzione, dato che il ponte è percorribile solo verso il mercato ortofrutticolo di Bolzaneto, mentre è un dato di fatto che, all'arrivo degli agenti, la bici era molto più avanti rispetto al muso del camion mentre il corpo era dietro, già privo di vita.

L'autista sotto shock è stato ricoverato per essere sottoposto agli esami tossicologici ed è stato accusato di omicidio stradale colposo, il suo tir sequestrato per il controllo del cronotachigrafo al fine di verificare se avesse rispettato le pause per il riposo. Gli investigatori hanno anche acquisito le telecamere della zona per ricostruire con precisione quanto successo.

Si tratta del secondo incidente mortale dall’inizio del 2022, dopo l’investimento del 22enne Wenhan Cheng a San Fruttuoso nella sera di venerdì, e a pochi giorni dall'inizio del nuovo anno si registra anche la seconda tragedia che riguarda un ciclista, dopo la morte del medico Gianfranco Scasso, vittima di una caduta sulla e-bike sui sentieri del Righi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Identificato il ciclista morto a Bolzaneto, aveva 66 anni

GenovaToday è in caricamento