menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rapina con inseguimento e spari, due arresti alla Foce

Due rapinatori a volto coperto e armati, dopo un inseguimento per le vie del centro, si sono schiantati all'incrocio fra via Cipro e via Pisacane alla Foce. I due banditi avevano appena messo a segno un colpo presso una tabaccheria di corso Gastaldi

Genova - Due rapinatori a volto coperto e armati, dopo un inseguimento per le vie del centro, si sono schiantati all'incrocio fra via Cipro e via Pisacane alla Foce. I due banditi avevano appena messo a segno un colpo presso una tabaccheria di corso Gastaldi quando sono stati intercettati da una pattuglia della polizia.

Mancavano pochi minuti alle 20 di ieri, lunedì 4 febbraio 2013, quando un pregiudicato di 38 anni si è presentato presso la rivendita di San Martino con casco in testa e pistola in pugno, poi risultata un'arma giocattolo, priva del tappo rosso. Il negoziante ha consegnato l'incasso senza opporre resistenza e il malvivente si è allontanato a bordo di uno scooter Kymko 125, poi risultato rubato, guidato dal complice.

Ma da lì a breve una pattuglia si è messa all'inseguimento dei due, che decidono di imboccare così corso Gastaldi contromano per fare perdere le proprie tracce. Nella fuga i due, inseguiti anche da altre auto della polizia, si sono liberati della refurtiva.

Lo scooter ha concluso la sua folle corsa all'incrocio fra via Cipro e via Pisacane. Lucio Scarsi, titolare della rivendita di tabacchi sita sull'angolo era al bar per un caffé dopo la giornata lavorativa. A un tratto le sirene e lo stridere delle gomme sull'asfalto, poi lo schianto.

La reazione dei presenti all'interno del bar è quella di ritrarsi anche perché uno dei due rapinatori si è rialzato e ha continuato a fuggire in direzione via Pisacane, seguito da un poliziotto con la mano sulla pistola. Va ricordato che, a quanto risulta a quel momento all'agente, il malvivente è a sua volta armato.

A quel punto, a quanto ricorda Lucio Scarsi, che come detto però non ha visto la scena, si è udito lo sparo. Poco dopo, il poliziotto, comprensibilmente scosso per il pericolo scampato, è tornato indietro con il rapinatore ammanettato.

Ora che i due malviventi sono stati assicurati alla giustizia, la gente può finalmente uscire in strada per capire cosa è successo. Fra i negozianti della zona c'è soddisfazione per un'operazione conclusa dalla polizia nei migliore dei modi. A quanto riferito i due arrestati, entrambi di 38 anni, sono usciti di prigione solo due settimane fa.

Dopo essere stati accompagnati in questura, uno dei due è stato ricoverato in ospedale per un frattura al ginocchio. Non resta che constatare un'escalation di violenza per le vie della città, fenomeno che tiene in apprensione i negozianti, costretti sovente a denunciare reati di cui sono stati vittima.

Recentemente un rapinatore armato ha messo a segno un colpo presso la sala scomesse Fortuny di via Rimassa e una decina di giorni fa, come ricorda il titolare della tabaccheria di via Cipro, un'altra rivendita è stata rapinata nella zona. Questa volta gli agenti, inseguendo un rapinatore che si pensava armato di una pistola vera, sono riusciti immediatamente ad assicurare alla giustizia due malviventi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento