menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sampierdarena: uno si schianta da solo, gli altri guidano ubriachi o con coltelli a bordo

Tre ore da incubo per gli agenti della polizia locale in via Paolo Reti a Sampierdarena. Un automobilista ubriaco è finito fuori strada. Nel soccorrere lui, i vigili si sono trovati davanti tre guidatori ubriachi. Uno stava per investirli

Gli uomini del reparto Sicurezza Urbana stavano tornando in sede, al Matitone, dopo un servizio serale nel ponente genovese quando, era l’una di notte, hanno visto, in via Paolo Reti, a Sampierdarena, un suv Nissan Patrol parcheggiato in parte sul marciapiede e in parte sulla carreggiata. Il veicolo stava ostruendo quasi completamente la corsia di marcia in direzione di via Fillak.

Avvicinandosi si sono resi conto che si trattava non di un parcheggio avventato ma di un incidente autonomo, cioè senza il coinvolgimento di altri veicoli, e che il conducente non era sobrio. Hanno così chiamato i colleghi dello stesso reparto, che erano in servizio nella movida perché portassero l'etilometro.

Sottoposto il guidatore al test, l'uomo è risultato avere un tasso di alcol nel sangue pari a 2,98 grammi per litro. È stato denunciato per guida in stato di ebbrezza. Alcuni agenti, visto che il mezzo incidentato creava disagi alla viabilità, si sono messi a dirigere il traffico e hanno fermato un motociclo il cui conducente è risultato anch'egli positivo all'alcol test per un valore di 1,6 grammi litro.

Durante le operazioni relativa alla rimozione del mezzo, è stato necessario chiudere momentaneamente via Reti e un agente che stava segnalando l'impossibilità di procedere nella strada per poco non è stato travolto da una Volkswagen Golf. Anche il conducente di questa vettura era ubriaco, con una concentrazione di alcol nel sangue pari a 1,5 grammi/litro.

Al termine delle operazioni, quando erano circa le ore 3.30 del mattino, uno degli agenti ha notato un motociclo in transito in direzione Sampierdarena la cui passeggera teneva in mano un oggetto sospetto. Gli agenti hanno fermato il motociclo, il cui conducente è risultato sprovvisto di patente perché mai conseguita e positivo all'alcol test con valore 1,6 grammi litro. L'oggetto che la passeggera teneva in mano era un coltello a serramanico. Da un ulteriore controllo sul mezzo sono stati rinvenuti un coltello da cucina con lama da 25 centimetri e 2 taglierini. Guidatore e passeggera sono stati denunciati per porto di oggetti atti a offendere.

Cosa succede a chi viene sorpreso ubriaco alla guida

  • In caso di accertamento di un tasso alcolemico superiore a 0,5 e non superiore a 0,8 grammi per litro, sono previste due sanzioni amministrative, il pagamento di una somma da euro 532 a euro 2 127 e la sospensione della patente di guida da tre a sei mesi;
  • In caso di accertamento di un tasso alcolemico superiore a 0,8 e non superiore a 1,5 grammi per litro, le sanzioni sono l'ammenda da 800 euro a euro 3.200, l'arresto fino a sei mesi e la sospensione della patente di guida da sei mesi a un anno; in più, l'obbligo di visite mediche.
  • In caso di accertamento di un tasso alcolemico superiore a 1,5 grammi per litro, le sanzioni sono l'ammenda da 1.500 euro a 6.000 euro, l'arresto da sei mesi a un anno e la sospensione della patente da uno a due anni. Inoltre il veicolo utilizzato al momento del reato è soggetto a confisca amministrativa se appartiene al guidatore in stato di ebbrezza. Invece se chi guida in stato di ebbrezza è persona diversa dal proprietario, al guidatore viene sospesa la patente per un periodo da due a quattro anni. Se si compie questo reato per due volte in un biennio, la patente di guida viene revocata.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Arisa si sposa con Andrea Di Carlo: tutti i dettagli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento