Incidente a Quezzi: stabili le due ragazze ferite, fermato il conducente dell'auto pirata

La donna incinta coinvolta nel grave incidente di sabato sera a Quezzi è uscita intorno alle ore 6 dalla sala operatoria e non dovrebbe avere perso il bambino che porta in grembo. Stabile anche l'altra ragazza coinvolta nell'incidente e portata in gravi condizioni all'ospedale con gravi ferite a una gamba

Foto d'archivio

La donna incinta coinvolta nel grave incidente di sabato sera a Quezzi è uscita stamattina, domenica 25 ottobre 2020, intorno alle ore 6 dalla sala operatoria e non dovrebbe avere perso il bambino che porta in grembo. Stabile anche l'altra ragazza coinvolta nell'incidente e portata in gravi condizioni all'ospedale con gravi ferite a una gamba, i medici sarebbero riusciti a salvare l'arto con un delicato intervento chirurgico.

Sono entrambe minorenni (16 anni) le due ragazze rimaste gravemente ferite nell'incidente: la prima è nata Firenze ma è residente a Quezzi e si trova in prognosi riservata  (ha riportato un'ustione di terzo grado) ricoverata in Ginecologia, mentre la seconda è nata a Genova e residente anche lei a Quezzi. Ricoverata in Specialità, con prognosi di 30 giorni.

Identificato e fermato dalla Polizia di Stato il possibile conducente della Bmw che dopo aver causato l'incidente è scappato senza prestare soccorso ai feriti, si tratterebbe di un ragazzo nato nel 1997, ma si attendono anche le testimonianze delle vitime e al momento non ci sono stati arresti. Secondo le ultime ricostruzioni delle forze dell'ordine il 23enne proveniente da via Daneo avrebbe perso il controllo dell'auto a causa della forte velocità, poi sarebbe andato a sbattere contro uno scooter che ha preso fuoco e contro la panchina sulla quale erano seduti i quattro giovani rimasti feriti in piazzetta Pedegoli poco dopo le ore 23.

Dopo lo schianto il conducente si era dato alla fuga senza prestare soccorso ai quattro feriti (tra cui due minorenni): due ragazze erano state trasportate in codice rosso rispettivamente all'ospedale San Martino di Genova e al Villa Scassi e due ragazzi in codice giallo sempre al San Martino.

Alcuni residenti, dalle finestre, hanno visto la scena e hanno informato la polizia, altri sono scesi in strada, ancora prima dell'arrivo dei soccorsi, per dare aiuto alle due ragazze rimaste incastrate tra i resti del motorino e la panchina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ruba smartphone a mamma con neonato sul bus, poi la prende a pugni

  • Neve e ghiaccio in autostrada: scattano blocchi e chiusure, la situazione traffico

  • Il proverbio di Santa Bibiana, che "prevede" il meteo

  • A 116 km orari in corso Europa: patente ritirata e maxi multa

  • È arrivata la neve: le foto

  • Famiglia si schianta in autostrada, altro incidente sul Fasce

Torna su
GenovaToday è in caricamento