Incidenti stradali

Schianto in Sopraelevata, choc per la morte di Ginevra: «Ciao angelo»

Blengino, 28 anni, è morta nella notte tra sabato e domenica mentre viaggiava a bordo del suo scooter in direzione ponente. Accertamenti in corso sulla dinamica

Proseguono gli accertamenti sulla morte di Ginevra Blengino, la ragazza di 28 anni morta in un incidente sulla Sopraelevata nella notte tra sabato e domenica scorsi.

La 28enne stava viaggiando a bordo del suo Kymco in direzione ponente quando, all'altezza della Stazione Marittima, ha perso il controllo ed è andata a sbattere contro il guardrail e poi contro un palo. Tutti inutili, purtroppo, i tentativi di salvarla: l'urto è stato troppo forte, e ai soccorritori del 118 non è rimasto altro da fare che constatare il decesso.

Il pubblico ministero di turno, Andrea Ranalli, ha disposto l'autopsia e gli agenti della sezione Infortunistica della polizia Locale, diretti dalla dirigente Federica De Lorenzi, stanno ricostruendo l'esatta dinamica dello schianto, ma dai primi accertamenti sembra confermato che si sia trattato di un tragico incidente autonomo: Ginevra ha perso il controllo senza il coinvolgimento di altri veicoli ed è andata a sbattere, ricostruzione avvalorata dai racconti dei pochi testimoni che a quell'ora stavano percorrendo la Sopraelevata e hanno assistito alla scena.

Originaria di Genova, Ginevra ha trascorso diverso tempo in Europa, dove ha lavorato come cameriera, e da qualche tempo lavorava in uno storico bar ristorante di Portofino. Decine, nelle ultime ore, i messaggi di cordoglio per la sua morte improvvisa, con amici e colleghi increduli che si sono stretti intorno ai genitori e al fidanzato. Poco più di un mese fa avevano festeggiato con lei il suo 28esimo compleanno, e adesso attendono di sapere quando potranno darle l'ultimo saluto.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Schianto in Sopraelevata, choc per la morte di Ginevra: «Ciao angelo»

GenovaToday è in caricamento