Ubriaco provoca incidente in corso Italia, scappa fino a Bolzaneto e si sente male

Il pirata della strada rischia l'arresto da sei mesi a un anno. Gli agenti lo hanno rintracciato in ospedale, dove è stato portato dopo essersi sentito male

La polizia locale ha denunciato un pirata della strada, che, ubriaco, ha causato un incidente stradale con ferito. La vicenda è cominciata la scorsa notte all'1.20 in corso Italia dove una pattuglia della polizia locale è intervenuta per un incidente con ferito, apprendendo che uno dei veicoli coinvolti era fuggito prima del suo arrivo. Alle 3.25 il 118 ha informato la polizia locale che una persona era stata soccorsa da un'ambulanza a Bolzaneto e riferiva di essere stata coinvolta in incidente stradale in corso Italia.

Gli agenti sono andati al pronto soccorso del Villa Scassi, dove l'uomo era stato trasportato e lo hanno trovato completamente ubriaco. L'automobilista si è rifiutato di rifiutato di sottoporsi al prelievo del sangue e per questo sarà denunciato in base al comma C dell'articolo 186 del codice della strada, con l'aggravante di avere causato un incidente, circostanza che raddoppia la sanzione.

Il veicolo è stato sottoposto a sequestro per la confisca. Per chi rifiuta di sottoporsi agli esami ematochimici vengono applicate le sanzioni massime, le stesse previste per chi si mette alla guida con un tasso alcolemico superiore a 1,5 g/l: arresto da sei mesi a un anno, multa che va da 1.500 a 6.000 euro e sanzione accessoria della sospensione della patente per un periodo che va da uno a due anni.

Prevista, appunto, anche la confisca del veicolo, se non intestato a persona diversa da quella che ha commesso il reato. In questo caso, il veicolo non verrebbe confiscato, ma verrebbe raddoppiata la durata della sospensione della patente, che quindi passa da un minimo di due a un massimo di quattro anni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ferrari distrutta per Marchetti mentre si allena a Pegli

  • La Liguria torna in zona gialla, ma si attende il nuovo (e più severo) dpcm: cosa si sa

  • Covid, firmato il nuovo dpcm: spostamenti, asporto e scuola, cosa prevede

  • Liguria in zona arancione con i nuovi parametri: cosa cambia

  • Il genovese "Fotografo dei Puffi" conquista i social: «Così faccio conoscere la Liguria con fantasia e ironia»

  • L'addio a Mario, clochard ucciso dal freddo: «Non aveva niente, ma sapeva cos'era l'amicizia»

Torna su
GenovaToday è in caricamento