Giovedì, 28 Ottobre 2021
Incidenti stradali Sestri Ponente / Via Bòrzoli

Alessandro, una vita spezzata a 18 anni all'uscita da scuola

Alessandro Fontana, 18 anni, è morto in via Borzoli a Sestri dopo essere stato travolto da un camion. L'incidente è avvenuto davanti agli occhi di migliaia di studenti. Sul posto anche i genitori del ragazzo

Uno spesso velo di tristezza ha avvolto un intero quartiere. Immagini che tanti giovani studenti faticheranno a dimenticare. Una famiglia disperata e un ragazzo di soli 18 anni, che giace sull'asfalto privo di vita.

La polizia municipale sta lavorando per ricostruire la dinamica dell'incidente stradale avvenuto ieri all'incrocio fra via Giotto e via Borzoli a Sestri Ponente, ma, come siano andate le cose appare piuttosto chiaro.

Alessandro Fontana, 18 anni, era uno studente dell'Itis Calvino. Ieri era uscito da scuola a mezzogiorno, visto che il professore delle ultime due ore era assente. Il giovane si è poi intrattenuto alcuni minuti coi compagni prima di andare a prendere lo scooter, parcheggiato all'inizio di via Borzoli.

Nell'attraversare la strada, lo zaino dello studente è stato agganciato da una sporgenza di un camion. Alessandro è rimasto impigliato ed è stato trascinato sotto le ruote del mezzo pesante. L'autista era circondato da studenti e non si è accorto di niente; si è fermato solo per le grida di chi aveva assistito alla scena.

Sul posto si sono catapultati i mezzi di soccorso. I medici hanno subito provato a rianimare il giovane, ma da subito si è capito che la situazione era molto grave. Nel frattempo in via Borzoli sono arrivati anche il papà e la mamma del ragazzo.

I tentativi di fare riprendere conoscenza ad Alessandro sono andati avanti per una mezz'ora, ma poi i medici si sono dovuti arrendere. Quando il ragazzo è stato coperto con un telo bianco, i suoi genitori erano lì.

La mamma del 18enne, maestra presso la scuola elementare del Virgo Potens, ha accusato un malore ed è stata portata in ospedale insieme al marito. Alessandro era un ragazzo con la testa a posto. Faceva lo scout e voleva diventare un medico per salvare la vita alle persone.

Sotto choc anche l'autotrasportatore, risultato negativo ai test sull'alcol. L'uomo risulta essere passato con semaforo verde e a una velocità inferiore ai limiti. Il mezzo inoltre era regolarmente autorizzato a percorrere via Borzoli.

Quello che non si spiega è come un mezzo pesante possa regolarmente transitare fra migliaia di studenti. Riflessioni del genere, evidentemente, andrebbero fatte prima che si verifichino tragedie come quella di ieri.

Nelle prossime ore verrà fissata la data dei funerali.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alessandro, una vita spezzata a 18 anni all'uscita da scuola

GenovaToday è in caricamento