Incidenti stradali

Morta in un incidente, raccolta fondi per la famiglia di Alessandra Parente: donati gli organi

I familiari della 46enne morta in un incidente stradale hanno scelto di consentire l’espianto e la donazione, mentre gli amici hanno deciso di supportarli con le donazioni

Saranno donati gli organi di Alessandra Parente, la 46enne travolta da uno scooter sotto casa, in via Mogadiscio, e morta all’ospedale San Martino, senza mai riprendere conoscenza.

La famiglia ha deciso di consentire l’espianto e la donazione sabato. Alessandra era arrivata in ospedale giovedì, la ferità più grave quella alla testa, subita dopo essere stata colpita e gettata a terra da uno scooter nei pressi di un attraversamento pedonale. Alessandra, che viveva a Sant’Eusebio con il marito e i due figli piccoli, era uscita di casa per buttare la spazzatura.

Gli amici della “Ale”, addolorati e sconcertati, hanno deciso di organizzare una raccolta fondi per aiutare la famiglia: «La tua violenta e inammissibile morte ci ha lasciati tutti sospesi, increduli - spiegano dalla cooperativa sociale il Cesto, molto attiva in centro storico - Resta un incolmabile senso di ingiustizia, resta un dolore incalcolabile, insuperabile. Resta un silenzio che va oltre ogni orizzonte visibile dall’occhio umano. Non riposare in pace Ale, ma fai un gran casino ovunque tu stia andando». Alessandra era particolarmente conosciuta in centro storico perché per anni ha lavorato come barista al pub Fly.

La donazione può essere fatta tramite:
– Paypal (clicca qui)
– Bonifico bancario > Iban IT22Z0306909606100000137060 intestato a IL CESTO COOPERATIVA SOCIALE causale “Uniti per Ale”
– Passare alla sede del Ce.Sto da lunedì a venerdì dalle 9 alle 16

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morta in un incidente, raccolta fondi per la famiglia di Alessandra Parente: donati gli organi

GenovaToday è in caricamento