rotate-mobile
Incidenti stradali

Incidente mortale in autostrada: si è consegnato il guidatore dell'auto pirata

Nel pomeriggio di giovedì 4 aprile 2013 il conducente dell'autovettura Nissan Micra coinvolta nell'incidente mortale avvenuto in autostrada fra Genova Pegli e Aeroporto si è presentato spontaneamente presso gli uffici della polizia stradale di Genova

Genova - Nel pomeriggio di giovedì 4 aprile 2013 il conducente dell'autovettura Nissan Micra coinvolta nell'incidente mortale avvenuto in autostrada fra Genova Pegli e Aeroporto si è presentato spontaneamente presso gli uffici della polizia stradale di Genova, accompagnato dal suo legale di fiducia, per fornire la sua versione dei fatti.

L'uomo, un  sessantenne attualmente disoccupato e residente nel ponente genovese, dopo aver visto le immagini del sinistro opportunamente diffuse dai media, è stato assalito dal sospetto di essere proprio lui il 'pirata' ricercato dalla polizia stradale. In preda all'angoscia ha contattato il proprio legale con il quale, come detto, si è presentato negli uffici di via Saluzzo.

Davanti agli inquirenti l'uomo ha dichiarato di non essersi assolutamente reso conto di aver investito un corpo in quanto dallo specchietto retrovisore aveva notato solo un motociclo a terra. Fermandosi più avanti ha controllato i danni, guardato in direzione della galleria senza nulla scorgere e poi ha ripreso la marcia. Le telecamere di cui la rete autostradale è disseminata sono state determinanti, in questo caso, nella veloce risoluzione del caso.

Al sessantenne è stata sequestrato il veicolo, ritirata la patente e denunciato a piede libero per omicidio colposo (sempre in attesa degli esiti dell'esame autoptico) e per omissione di soccorso.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incidente mortale in autostrada: si è consegnato il guidatore dell'auto pirata

GenovaToday è in caricamento