Cronaca Quezzi

Incidente mortale sull'A12, dirigenti Autostrade assolti

La sentenza: il fatto non sussiste. Asssolti i dirigenti della società Autostrade dopo l'incidente che aveva causato la morte di due calciatori della Pro Recco nei pressi della galleria Quezzi sulla Genova-Livorno

Nessun colpevole ai vertici della società Autostrade per l'incidente che costò la vita a Luca Ferreccio e Simone Picasso, giovani calciatori della Pro Recco morti nell'incidente sull'autostrada A12 Genova-Livorno presso la galleria Quezzi.

Assolti perché il fatto non sussiste dal giudice monocratico Giuseppe Dagnino il direttore Riccardo Rigacci e Donato Maselli, responsabile di esercizio della Direzione Primo tronco Genova. Lo scontro avvenne intorno alle 4.30 del mattino di sabato 12 aprile 2013, nel tratto compreso tra Genova Nervi e Genova Est: i due giovani, entrambi del levante genovese, residenti a Sussisa e Avegno, sono stati sbalzati fuori dalla Lancia Y su cui viaggiavano e hanno subito un violento impatto contro le pareti della galleria. 

L'auto guidata dal compagno di squadra delle vittime Alessio Bozzo si era schiantata contro un guard-rail doppio, messo a protezione di una colonnina di emergenza: secondo l'accusa, dato che la colonnina era stata già rimossa, il guard rail costituiva un ostacolo. Ma il giudice ha ritenuto non responsabili i due dirigenti autostradali.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incidente mortale sull'A12, dirigenti Autostrade assolti

GenovaToday è in caricamento