Cronaca San Fruttuoso / Viale Benedetto XV

Paziente deceduto in un incendio al San Martino, per il perito fu fatalità

La morte di Marco Tessier, deceduto nel rogo divampato nel reparto Dimi dell'ospedale San Martino la notte tra l'11 e il 12 aprile scorso, fu una tragica fatalità. È questa la conclusione del perito nominato dalla procura

La morte di Marco Tessier, deceduto nel rogo divampato nel reparto Dimi dell'ospedale San Martino la notte tra l'11 e il 12 aprile scorso, fu una tragica fatalità. È questa la conclusione scritta nella relazione depositata nelle scorse settimane dal perito incaricato dalla procura di verificare le cause dell'incendio.

Tessier si sarebbe staccato uno dei due erogatori di ossigeno facendolo cadere nel letto, tra il materasso e le coperte. Dal tubo ha continuato a uscire ossigeno, saturando l'ambiente. Poi una scintilla, causata dallo sfregamento con qualcosa di metallico, ha innescato il rogo.

Il perito non avrebbe riscontrato anomalie significative nei piani di evacuazione e di sicurezza e nel sistema antincendio. A questo punto è probabile che l'inchiesta venga archiviata.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Paziente deceduto in un incendio al San Martino, per il perito fu fatalità

GenovaToday è in caricamento