menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il salone del circolo distrutto dalle fiamme

Il salone del circolo distrutto dalle fiamme

Incendio alla Bocciofila di Albaro, le telecamere svelano tre autori

Sarebbero tre le persone che la notte tra l''1 e il 12 aprile hanno partecipato al raid incendiario ai danni del circolo

Sarebbero tre le persone che la notte tra l’11 e il 12 aprile hanno partecipato al raid incendiario ai danni della Bocciofila Lido di via Gobetti, in Albaro. Questo, almeno, è quanto emerge dai filmati delle telecamere di sorveglianza, che avrebbero immortalato i tre autori durante l’intera durata del blitz.

Le immagini al vaglio dei carabinieri avrebbero ripreso tre persone con il volto coperto e vestite di abiti scuri mentre scendono da un furgone nei pressi della bocciofila. Pochi istanti dopo un soggetto lancia qualcosa verso le vetrate del circolo, in tutta probabilità la molotov artigianale da cui è partito un incendio devastante, che ha distrutto il salone e provocato almeno 100mila euro di danni.

Le indagini dei carabinieri della compagnia di San Martino, coordinate dal sostituto procuratore Francesco Pinto, si concentrano ora sull’individuare altri indizi in grado di identificare i tre autori del raid. Qualcuno potrebbe arrivare dai tornei di poker organizzati di frequente nella bocciofila: l’ipotesi è che ad appiccare l’incendio sia stato qualcuno che ha conti in sospeso con il circolo, forse un giocatore amareggiato dalla perdita di denaro o per un’espulsione.

Si indaga inoltre anche nella cerchia lavorativa di Riccardo Di Rella, avvocato e presidente del circolo, ragionando su un’ipotesi di vendetta per una causa finita male.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caligo: Genova si sveglia (ancora) nella nebbia, le foto più belle

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento