Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca Chiavari

Emergenza incendi in Liguria: tutti gli aggiornamenti

Evacuate tre famiglie a Framura, nuovo incendio a Casarza in mattinata mentre nella notte è bruciato un oliveto in località Case Sparse a Caperana, fiamme anche a Riomaggiore

Bruciano ancora i boschi della Liguria, tra domenica 15 e lunedì 16 agosto 2021 sono stati diversi gli incendi che hanno tenuto (e tengono ancora) impegnati i vigili del fuoco: domate le fiamme a Ferragosto tra Rezzoaglio e Montoggio, nella notte i pompieri sono stati a lungo impegnati per spegnere un rogo in un oliveto incolto di località Case Sparse a Caperana. Incendi anche a Casarza nella mattinata di lunedì nella zona di Bargone e a Cogorno in località Monte San Giacomo, proseguono inoltre le difficili operazioni di spegnimento nell'entroterra di Framura.

Nuovo rogo a Riomaggiore

Un nuovo fronte di fuoco è divampato nella zona di Riomaggiore, nello spezzino, dove la Sala operativa unificata permanente di Regione ha distaccato uno dei tre elicotteri impegnati sull’incendio nell’entroterra di Framura, ancora attivo. Le fiamme stanno interessando una zona boschiva. Sul posto sono operativi da terra anche i Vigili del fuoco della Spezia e i volontari dell’antincendio boschivo.

Incendio a Framura: tre elicotteri e due canadair

Dopo il presidio attivo notturno di Vigili del Fuoco e  volontari dell’antincendio boschivo (al lavoro tutta la notte per contenere le fiamme che si sono allargate con un fronte che ha superato il chilometro di lunghezza) sono ripartite alle prime luci dell'alba anche le operazioni aeree. Impegnati due elicotteri dell’antincendio boschivo della Regione Liguria (uno decollato da Genova e l’altro da Imperia)  insieme al canadair arrivato dall’Umbria, poi raggiunto da un secondo aereo anfibio per cercare di contenere il fronte del fuoco. Nel primo pomeriggio è arrivato in zona anche un terzo elicottero attivato dalla Regione per cercare di contenere il fronte del fuoco; prosegue il lavoro dei due canadair e, da terra, dei vigili del fuoco e dei volontari dell’antincendio boschivo.

Il mezzo aereo arrivato dall'Umbria, che aveva già effettuato alcuni lanci nel tardo pomeriggio di domenica, è stato messo a disposizione dal Coordinamento operativo aereo unificato presso il Dipartimento nazionale della Protezione civile su richiesta della Sala operativa unificata permanente di Regione Liguria. Dalle prime luci del mattino sono anche operativi oltre 20 volontari delle province della Protezione Civile di Spezia e Genova.

Sette persone evacuate

Nel corso della mattinata di lunedì 16 agosto tre famiglie sono state evacuate in via precauzionale dalle loro abitazioni e i gestori di un agriturismo hanno fatto allontanare gli ospiti, nel primo pomeriggio le tre famiglie (per un totale di sette persone) rimangono ancora fuori dalle loro abitazioni.

"Stiamo monitorando con grande attenzione l’evolversi della situazione - affermano il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti e l’assessore alla Protezione civile Giacomo Giampedrone - con il fronte del fuoco, ormai molto esteso, che rende complesse le operazioni, coordinate dalla sala operativa unificata permanente di Regione. La risposta del nostro sistema della Protezione civile è importante, con l’impiego di personale da terra, sia volontari che Vigili del Fuoco, e con il coordinamento in volo degli elicotteri regionali insieme ai due canadair messi a disposizione dal Dipartimento nazionale".

Bruciato un oliveto a Caperana

Nottata impegnativa anche per i vigili del fuoco di Chiavari che sono stati impegnati dall'una alle quattro con sette uomini e tre mezzi per domare le fiamme divampate in un oliveto incolto nel comune di Caperana: 1.300 metri quadrati di terreno bruciato in mezzo alle abitazioni che erano state minacciate dalle fiamme in località Case Sparse. L'incendio è stato spento intorno alle 3.45 di notte e l'area è stata bonificata, in mattinata i vigili del fuoco hanno effettuato un giro di controllo per verificare che non ci fossero nuovi problemi.

Nuovo incendio a Casarza Ligure

Nuovo fronte nella mattinata di lunedì 16 agosto in località Bargone, sopra Casarza Ligure. Sul posto per il monitoraggio termico anche il personale Sapr (Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto) per la ricognizione con droni, operazioni ancora in corso.

Lo stato di grave pericolosità per gli incendi boschivi

In Liguria rimane in vigore lo stato di grave pericolosità per gli incendi boschivi: le alte temperature di questi giorni, con la secchezza del terreno, determinano una elevata probabilità di innesco e propagazione dei roghi. Lo stato di grave pericolosità prevede il divieto di accendere qualsiasi tipo di fuoco, sia pirotecnici, sia per l’abbruciamento di materiale vegetale e anche il divieto di mettere in funzione apparecchi elettrici. In caso di incendio boschivo occorre attivare subito il sistema regionale di intervento chiamando il numero unico di emergenza 112.

Allegati

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza incendi in Liguria: tutti gli aggiornamenti

GenovaToday è in caricamento