menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Inaugurata la Strada a mare: «Cornigliano cambia volto»

Il taglio del nastro è stato affidato a Sabina Rossa, figlia del sindacalista Guido Rossa, ucciso dalle Br nel 1979. La soddisfazione del sindaco Doria: «Ora avanti con i lavori»

Il momento è finalmente arrivato: a 10 anni dall’accordo di Cornigliano, questa mattina è stata inaugurata la nuova Strada a mare alla presenza del sindaco Marco Doria, del presidente della Regione Claudio Burlando e di Sabina Rossa, figlia di Guido Rossa, il sindacalista assassinato dalle Br e a cui la nuova arteria cittadina è stata intitolata.

Proprio alla figlia di Rossa è stato affidato il compito di tagliare il nastro, con la Filarmonica di Cornigliano  che ha accompagnato il momento tra gli applausi delle centinaia di persone presenti nonostante lil freddo e il vento tagliente: il primo passo verso la riqualificazione dell’intera Cornigliano, come ha spiegato il sindaco Doria, che ha definito la nuova strada «un collegamento significativo tra il Ponente, che aiuterà il quartiere a cambiare faccia, oltre a cambiare in modo significativo la viabilità del Ponente e i raccordi con il porto. Sarà fondamentale per snellire i tempi di percorrenza, assorbire il traffico e restituire a uso urbano le strade interne di Cortigiano e Samperdarena».

Lunga 1.6 chilometri, la strada si sviluppa su 3 corsie per senso di marcia, da Lungomare Canepa a piazza Savio (comprese le rampe lato monte e la rampa che collega la rotatoria di Fiumara a Lungomare Canepa), ed è aperta al traffico dalle 14 di questo pomeriggio. Il progetto, finanziato in parte dalla Società Per Cornigliano e in parte da Anas, è costato 70 milioni di euro, ed è una delle opere più costose realizzate per la città: «Inauguriamo la strada con la profonda convinzione che questo lavoro prosegua verso l’aeroporto e verso gli assi di collegamento con la Valpolcevera, nodi fondamentali per la riqualificazione urbana e lo spostamento del traffico. Abbiamo recuperato degli spazi, e superato un modello di siderurgia che aveva ormai fatto il suo tempo», ha detto il sindaco soddisfatto ricordando poi Guido Rossa, un uomo di valore, che ha lottato e ha dato la vita per la libertà e che sarebbe stato contento di vedere la nascita di questa strada»

«Si è concluso un lavoro fondamentale per la città, iniziato dieci anni fa e terminato proprio in concomitanza con la scadenza del mio mandato - ha commentato il governatore Burlando - Si è poi progettato, appaltato ed eseguito un intervento importantissimo che proseguirà anche nei prossimi anni verso ponente, levante e la Valpolcevera. Forse l’opera pubblica più importante costruita in città in questi ultimi anni, dalle Colombiane in poi, che dà un respiro fondamentale al ponente».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Si presenta di notte all'hub per il vaccino, ma trova chiuso

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento