menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Per il Comune è sposato e deve pagare l'Imu, peccato abbia solo 10 anni

Il Comune di Sestri Levante ha richiesto il pagamento dell'Imu a un ragazzino di dieci anni. Il giovane possidente risulta sposato e non residente nello stesso immobile del coniuge

Mentre impazza il dibattito sull'Imu, abolita dal governo ma ancora da pagare in diverse città, fra cui Genova, emerge una storia decisamente singolare. Il Comune di Sestri Levante ha richiesto il pagamento della tassa a un ragazzino di dieci anni.

Già perché il giovane possidente risulta sposato e non residente nello stesso immobile del coniuge: per questo l'ufficio tributi gli ha chiesto il pagamento dell'Imu. La Gazzetta del Lunedì del Levante ha raccolto la testimonianza del padre del bimbo.

Quest'ultimo ritiene che l'errore sia dovuto al fatto che lui e sua moglie hanno residenze differenti. Il genitore, divertito per l'accaduto, ha chiesto quindi che il Comune rinunci alla richiesta.

«Mio figlio è stato sposato con la sua compagna di banco, ma ora non stanno più insieme. L'unica cosa che possiede sono una bicicletta e una macchina radiocomandata, sempre che risultino tassabili». Per una volta, alla richiesta del pagamento di una tassa, scappa proprio da ridere.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caligo: Genova si sveglia (ancora) nella nebbia, le foto più belle

social

Arisa si sposa con Andrea Di Carlo: tutti i dettagli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento