menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

I pazienti pagano per gli esami e l'addetta al cup si intasca i soldi

Un'impiegata della Asl, addetta allo sportello del cup di Genova San Martino, si è trovata a dover rispondere delle accuse di peculato e falso

Un'impiegata della Asl, addetta allo sportello del cup di Genova San Martino, si è trovata a dover rispondere delle accuse di peculato e falso. La donna avrebbe incassato i ticket per le prestazioni fornite ai pazienti, tenendo per sé il denaro.

In pratica l'impiegata avrebbe consegnato ai clienti una fotocopia della ricevuta, annullando poi la pratica e intascandosi i soldi. Il giochino sarebbe andato avanti da gennaio a novembre 2011, fruttando una cifra intorno ai due mila euro.

L'imputata, difesa dall'avvocato Alessandra Baudino, ha patteggiato davanti al gup Silvia Carpanini un anno e sei mesi di reclusione con la condizionale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus, Bassetti: «È iniziata terza ondata, temo farà male»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento