Impianti sportivi, Tursi al lavoro sul nuovo regolamento per le gestioni

Un registro digitale consultabile online, sanzioni in caso di mancato rispetto degli emendamenti e concessioni più lunghe i provvedimenti presi in considerazione

Il tema della gestione e della concessione degli impianti sportivi del capoluogo ligure ha inaugurato la ripresa dei lavori delle commissioni comunali dopo la pausa estiva, con una serie di incontri a palazzo Tursi in cui i consiglieri hanno discusso del nuovo regolamento che dovrebbe poi approdare in consiglio.

Tra gli argomenti affrontati dalle commissioni Affari istituzionali e generali e Promozione della città, riunite in seduta congiunta con la presidenza di Leonardo Chessa (Sel), la durata delle concessioni, allungata per favorire gli investimenti, e l’impegno da parte del Comune a investire maggiormente sugli impianti sportivi. Agli incontri hanno preso parte anche le stesse associazioni sportive e i municipi competenti, che hanno avanzato proposte di emendamento che verranno poi passate al vaglio dal consiglio Comunale. 

Suggerimenti sono arrivati anche dai consiglieri, con Stefano De Pietro (M5s) che ha proposto di istituire un registro digitale della gestione degli impianti consultabile online, mentre per Gian Piero Pastorino (Fds) sarebbe opportuno assegnare a un apposito ufficio tecnico e amministrativo il compito di controllare la corretta gestione da parte delle società. Da parte di Enrico Musso, invece, è arrivata la proposta di inserire sanzioni o penali a carico di gestori che non rispettano il regolamento.

Nel corso degli incontri si sono anche affrontati i temi delle piscine di Albaro, lo scorso aprile al centro della polemica per l’istituzione di alcuni parcheggi a pagamento sulla pista da pattinaggio, poi rimossi, e delle morosità di Genoa e Sampdoria rispetto alla concessione dello stadio Ferraris: nel primo caso è stata la consigliera del Municipio Medio Levante Bianca Vergati, a chiedere maggiori controlli per garantire l’uso pubblico dello Stadio di Albaro e dello stadio del tennis Beppe Croce; nel secondo, interpellato da Pastorino, il vicesindaco Stefano Bernini ha ricordato il recente passaggio della gestione del Ferraris alla nuova società Stadium, in cui confluiscono Genoa e Samp.

La discussione è stata quindi rimandata al consiglio Comunale, quando ogni singolo emendamento del nuovo regolamento verrà passato al vaglio e approvato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in centro storico, bimba di tre anni muore cadendo dalla finestra

  • Precipita da un viadotto sull'A26 per fare pipì, gravissimo in ospedale

  • Intossicazione da monossido, morte madre e figlia

  • Orche in porto, i timori di un gruppo di esperti: «Il piccolo sta morendo»

  • È morto Carlo Biondi, figlio di Alfredo

  • Orche "superstar", nuovo avvistamento in porto: «Spettacolo mozzafiato»

Torna su
GenovaToday è in caricamento