rotate-mobile
Cronaca Cornigliano / Via San Giovanni d'Acri

Ilva: ancora nessuna garanzia per il rispetto dell'Accordo di Programma

L'incontro che si è tenuto a Roma non ha dato le garanzie sperate dai sindacati. Il 20 luglio Mittal potrebbe annunciare esuberi a Cornigliano, evenienza alla quale i lavoratori risponderanno con manifestazioni e scioperi

Ieri pomeriggio si è tenuto un incontro presso il ministero dello Sviluppo Economico sulla vertenza Ilva. Il ministro Calenda ha confernato l'esistenza dell'Accordo di Programma, auspicando che l'incontro previsto con Mittal per il 20 luglio risponda all'Accordo stesso ma, se cosi non fosse, sarà necessario riconvocare il tavolo di confronto.

La Fiom Cgil ha dichiarato la propria indisponibilità a un confronto in questi termini, preannunciando forti manifestazioni di protesta e azioni legali a tutela del lavoro e dei dipendenti Ilva Genova, qualora Mittal il 20 luglio annunciasse esuberi nel sito genovese.

Il sindacato infatti è firmatario dell'Accordo che prevede la concessione delle aree. Come ha dichiarato Bruno Manganaro segretario generale Fiom Cgil Genova «se il patto non vale per la tutela dell'occupazione, non vale nemmeno per la concessione delle aree».

Giovedì prossimo si terranno le assemblee sui tre turni di lavoro per decidere la mobilitazione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ilva: ancora nessuna garanzia per il rispetto dell'Accordo di Programma

GenovaToday è in caricamento