menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ilva: da piazza Corvetto a palazzo Chigi per salvare il posto di lavoro

Continua lo sciopero dell'Ilva di Cornigliano. I lavoratori hanno messo in atto un blocco del traffico in piazza Corvetto in attesa dei risultati del vertice in atto a Roma fra governo e sindacati, che dovrebbe sbloccare la produzione a Taranto

Genova - Momenti di tensione si sono verificati questo pomeriggio, giovedì 29 novembre 2012, a Genova in piazza Corvetto, poco lontano dalla prefettura, quando alcuni automobilisti hanno cercato di forzare il blocco messo in atto dai lavoratori dell'Ilva di Cornigliano. I tafferugli sono stati risolti da alcuni poliziotti in borghese e dalla sicurezza della Cgil.

In piazza sono scesi in cinquecento metalmeccanici in attesa dei risultati del vertice tra governo e sindacati sul decreto legge che dovrebbe sbloccare la produzione dell'Ilva di Taranto.

L'incontro è iniziato a Roma poco prima delle ore 16 a Palazzo Chigi tra il governo, le parti sociali e gli amministratori locali e l'Ilva. Sono presenti, fra gli altri, il presidente del Consiglio Mario Monti, il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Antonio Catricalà e i ministri dello Sviluppo economico Corrado Passera, dell'Ambiente Corrado Clini, del Lavoro Elsa Fornero, i sottosegretari allo Sviluppo economico Claudio De Vincenti e al Lavoro Michel Martone. Partecipa il presidente dell'Ilva, Bruno Ferrante. Per la regione Puglia il presidente Nichi Vendola, insieme al sindaco di Taranto Ippazio Stefano.


Fuori dal palazzo i lavoratori attendono la tanto attesa fumata bianca.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus, Bassetti: «È iniziata terza ondata, temo farà male»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento