menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Studente hacker clona carta di credito del comico di Colorado

Denunciato studente hacker domiciliato a Roma, aveva clonato la carta di credito di Alessandro Bianchi, comico del duo di Colorado "Bianchi e Pulci". L'attore aveva denunciato il fatto al Commissariato di Nervi

Identificato e denunciato degli investigatori del Commissariato di Nervi un giovane hacker che, dopo aver carpito i dati della carta di credito del noto personaggio televisivo Alessandro Bianchi, comico e cabarettista, ha effettuato diversi acquisti di biglietti ferroviari online sul sito www.trenitalia.it per la tratta Roma - Napoli e viceversa registrandosi al sito con l’indirizzo e-mail ilsognodellavita@live.it. 

Alessandro Bianchi si era presentato negli uffici del Commissariato per sporgere denuncia di clonazione della propria carta di credito, nel mese di settembre dello scorso anno, quando dalla visione dell’estratto conto, si era accorto di alcuni addebiti anomali.

L’indagine è partita proprio dal sito di Trenitalia, i cui gestori hanno rilasciato la lista delle operazioni eseguite dalla carta di credito clonata e, cosa fondamentale, gli indirizzi “IP” degli apparati che si sono connessi con il sito di Trenitalia per effettuare le transazioni.

Una volta ottenuti i tabulati, dopo pazienti analisi, sono state individuate tre utenze telefoniche, due fisse ed una mobile, dalle quali sono state effettuate le connessioni ed il relativo acquisto fraudolento dei biglietti ferroviari, tutte ubicate in Roma. A questo punto si è reso necessario sollecitare la collaborazione di alcuni Commissariati Capitolini al fine di identificare e sentire gli intestatari delle linee telefoniche e, grazie all’acume investigativo di una Poliziotta del Commissariato P.S. “Romanina” è stato individuato il presunto responsabile, un giovane studente napoletano domiciliato nella capitale per motivi di studio che, avvalendosi della linea ADSL della proprietaria di casa si connetteva in modalità WI-FI e attraverso il suo indirizzo e-mail ilsognodellavita@live.it effettuava gli acquisti illeciti.

Lo studente hacker è stato denunciato per il reato di clonazione di carta di credito che prevede la reclusione da uno a cinque anni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caligo: Genova si sveglia (ancora) nella nebbia, le foto più belle

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento