Cronaca

Raffica di guasti ai tubi, Iren schiera la "task force" di esperti

In seguito agli episodi dell'ultima settimana, l'azienda ha incontrato Comune e Città Metropolitana annunciando l'impiego di 8 professionisti incaricati di monitorare la rete idrica cittadina

“Tavola rotonda” d’emergenza per Comune, Città Metropolitana e Iren dopo la raffica di guasti alla rete idrica che si sono nuovamente verificati in città negli ultimi giorni: i rappresentanti dell’azienda hanno incontrato le istituzioni nel pomeriggio di venerdì per mettere a punto una strategia in grado di prevenire ulteriori disagi e mettere in sicurezza i tubi che scorrono sotto la città.

Iren, già “bacchettata” da Tursi dopo il doppio guasto di sabato scorso a Staglieno e in piazza Dante, ha annunciato di avere istituito una nuova task force composta da 8 esperti provenienti dai settori della gestione delle reti, dalla progettazione e dall’ingegneria: obiettivo, verificare quanto fatto dal mese di luglio, durante il quale si era verificata una vera e propria ondata di guasti, e monitorare i provvedimenti adottati nell’ambito della ricerca delle perdite e nel monitoraggio delle reti e stabilire interventi straordinari per la sostituzione degli ormai antiquati tubi in ghisa grigia, che verranno supervisionati dal Comune. 

A oggi sono stati controllati 60 km di rete e investiti circa 33 milioni di euro dal 2010 al 2015, oltre 18 dei quali riservati a interventi di natura strutturale e di rinnovo dei tubi, mentre i 15 restanti sono stati destinati alle riparazioni. Punti nevralgici da tenere sotto controllo, Leamara Inferiore e Superiore, Sestri Ponente (una delle zone più colpite dalla rottura dei tubi), Foce e Albaro, dove è stata avviata un’attività di monitoraggio della pressione che non ha evidenziato “perdite di particolare rilevanza, anche se l’attività continuerà nei prossimi mesi al fine di ottenere un campione di dati più ampio», come ha spiegato Iren. Confermata inoltre l’avvio della collaborazione con l’Università di Genova (Dime), per lo svolgimento di prove di laboratorio sui materiali delle condotte».

Durante l’incontro, cui hanno preso parte l’assessore comunale all’Ambiente e alle Acque, Italo porcile, ed Enrico Pignone, consigliere delegato all’ambiente della Città metropolitana di Genova, è stato inoltre chiesto a Iren un report sullo stato della rete idrica cittadina e sul numero di rotture che si sono verificate dal 2012 a oggi, e un piano decennale di investimenti per la sostituzione delle condutture più vecchie.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raffica di guasti ai tubi, Iren schiera la "task force" di esperti

GenovaToday è in caricamento