menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Farmacista di Nervi morta in casa, assolto il compagno

Paola Artosio, la donna trovata morta nel suo appartamento di Nervi nel 2010, si è tolta la vita: così ha stabilito la corte d'Appello, assolvendo il compagno Germano Graziadei

È stato assolto in appello con formula piena Germano Graziadei, l'ingegnere 49enne accusato della morte della compagna, la farmacista Paola Carosio, trovata senza vita la notte dell'11 dicembre 2010 nella casa che condividevano in via Buriano, a Nervi.

L'uomo, difeso dagli avvocati Andrea Vernazza e Massimo Auditore, era stato condannato in primo grado a 21 anni di carcere, e lo scorso luglio era stato scarcerato in attesa della sentenza della Corte d'Assise. Nel corso del nuovo processo, la perizia del patologo nominato dal tribunale aveva attestato che la 44enne Artosio, che da tempo soffriva di depressione, la notte dell'11 dicembre si era tolta la vita impiccandosi nel bagno di casa sua.

Questa mattina Graziadei è tornato in aula accompagnato dai difensori, e al termine delle 4 ore di udienza a porte chiuse la corte d’Assise d’appello presieduta da Maria Angela D’Angelo ha stabilito l’assoluzione piena, ribaltando così la sentenza emessa in primo grado.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caos autostrade: code anche in serata

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Costume e società

    Cosa vuol dire "stanco"? Storia di un "falso amico" genovese

  • Costume e società

    TikTok sbarca in Liguria con la campagna #tiraccontolitalia

Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento