menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sanità, niente ticket per le mamme in dolce attesa

Le donne in gravidanza non pagheranno più il corso pre-parto: operativa su tutto il territorio ligure l’esenzione ticket per i corsi di accompagnamento alla nascita, oltre che per le visite e l’assistenza ostetrico-ginecologica legata alla gravidanza e post parto

Le mamme in dolce attesa non pagheranno più il corso pre-parto. È diventata infatti operativa su tutto il territorio ligure l’esenzione ticket per i corsi di accompagnamento alla nascita, oltre che per le visite e l’assistenza ostetrico-ginecologica legata alla gravidanza e post parto, effettuati nelle strutture sanitarie pubbliche o private accreditate, compresi i consultori familiari.

Lo hanno comunicato Regione Liguria e Alisa. L’azienda ligure sanitaria ha recepito l’aggiornamento nazionale dei Livelli essenziali di assistenza (Lea) e ha predisposto i codici di esenzione ticket per queste prestazioni, recepiti dalle aziende ospedaliere e sanitarie liguri.

«Dopo l’avvio per il secondo anno consecutivo dei voucher nido - ha spiegato il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti e la vicepresidente e assessore alla Sanità Sonia Viale - questa è un’altra misura a sostegno di tutte le mamme, per far sì che possano affrontare con sempre maggiore serenità un periodo bellissimo ed emozionante come quello della gravidanza. In questo modo contrastiamo anche il calo demografico, sostenendo le famiglie ed evitando ulteriori costi a carico delle famiglie».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento