Cronaca

Morte del piccolo Giuseppe: organi espiantati. Aperta un'inchiesta

Il bimbo di Casella, gettato dalla finestra per sfuggire all'incendio scoppiato nella sua casa, adesso aiuterà altri bambini. Il giorno del funerale verrà proclamato lutto cittadino

L'immagine del profilo Facebook di mamma Vincenza, con in braccio il piccolo Giuseppe

Non ce l'ha fatta il piccolo Giuseppe Fraietta, 6 anni, che si era lanciato dalla finestra insieme alla sua famiglia per sfuggire alle fiamme che avevano avvolto la sua casa, a Casella, nella notte tra venerdì 21 e sabato 22 aprile. Ieri sera alle 22 circa in ospedale era stata dichiarata la sua morte cerebrale e, come previsto dalle procedure, dopo sei ore in assenza di parametri vitali, i medici hanno dichiarato defunto il bambino. La mamma, Vincenza Sansone, che è riuscita ad aggrapparsi alla corda di uno stendibiancheria e per questo la sua caduta è stata meno violenta (sarebbe infatti fuori pericolo), ha autorizzato l'espianto degli organi. In giornata, è avvenuto l'intervento: il gesto generoso della mmama di Giuseppe salverà cinque piccoli pazienti in attesa di reni, cornee e fegato.

Dalla Procura di Genova è stata aperta anche un'inchiesta per incendio, lesioni e omicidio colposo a carico di ignoti.

Fatale, per il piccolo, un colpo particolarmente violento alla testa durante la caduta nonostante sotto di lui alcuni cittadini si stessero adoperando per prenderlo al volo, un gesto disperato per cercare di salvargli la vita, così come disperato è stato il gesto del padre Alessio, che lo ha gettato di sotto dopo aver chiesto aiuto, un ultimo tentativo per evitare che le fiamme avvolgessero il suo corpicino.

Adesso Alessio si trova nel reparto di rianimazione del Galliera, con diverse fratture e ustioni sul 20 per cento del corpo: una condizione che ieri pomeriggio si è aggravata tanto da farlo entrare in coma. Per salvarlo, finora, sono stati necessari due interventi chirurgici.

Adesso il piccolo Giuseppe aiuterà altri bambini a vivere, mentre Casella è sotto shock. Il sindaco proclamerà il lutto cittadino nel giorno del funerale del piccolo, e non mancano le iniziative di solidarietà per aiutare la famiglia colpita che - oltre al figlio - ha perso anche la casa, distrutta nell'incendio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morte del piccolo Giuseppe: organi espiantati. Aperta un'inchiesta

GenovaToday è in caricamento