menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Strade dissestate, chi doveva controllare stava a casa a dormire

Il responsabile del pronto intervento dell'ufficio strade del Comune di Genova è finito agli arresti domiciliari e dovrà rispondere di truffa ai danni di ente pubblico e false attestazioni

Ieri il reparto di Polizia Giudiziaria della Polizia Municipale di Genova ha dato esecuzione a una ordinanza emessa dal gip su richiesta della Procura della Repubblica, applicando la misura degli arresti domiciliari nei confronti di un funzionario tecnico dipendente del Comune di Genova.

L'indagine riguarda false attestazioni di presenza sul posto di lavoro mediante dichiarazioni di reperibilità esterna.

L'Amministrazione comunale conferma la piena disponibilità a proseguire nella collaborazione con la Procura per tutto quanto occorra all'accertamento dei fatti e delle responsabilità, nell’interesse della stessa pubblica amministrazione.

Nel frattempo ha provveduto alla sospensione immediata del dipendente e, non appena sarà acquisita la documentazione necessaria, avvierà le procedure disciplinari.

A finire nei guai è stato Giovanni Enrico Montaldo, 61 anni, responsabile del pronto intervento dell'ufficio strade del Comune di Genova. Dovrà rispondere di truffa ai danni di ente pubblico e false attestazioni.

Nel corso di due mesi di indagine è stato accertato come Montaldo, invece di essere in giro per la città a verificare le condizioni di asfalto e verde cittadino, era a casa, in corso Europa. Il funzionario ultimamente si presentava in ufficio non prima delle 10. Così è avvenuto anche ieri, quando gli agenti l'hanno arrestato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Costume e società

    Il poeta Guido Gozzano e quelle mangiate alla "Marinetta" di Genova

  • Costume e società

    Cosa vuol dire "stanco"? Storia di un "falso amico" genovese

Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento