rotate-mobile
Venerdì, 1 Luglio 2022
Cronaca

Genovese di 29 anni ferito in una sparatoria a Roma, è gravissimo

Un genovese di 29 anni è rimasto gravemente ferito nel corso di una sparatoria avvenuta in via Gandolfi, alla Camilluccia a Roma. Si tratta di Giovanni Battista Ceniti, ricoverato al policlinico Gemelli

Un genovese di 29 anni è rimasto gravemente ferito nel corso di una sparatoria avvenuta in via Gandolfi, alla Camilluccia a Roma. Si tratta di Giovanni Battista Ceniti, ricoverato al policlinico Gemelli. L'uomo era uno dei tre membri del commando che ha freddato Silvio Fanella.

Ceniti è stato abbandonato dai compagni nel cortile dell'abitazione di Fanella, secondo quanto riferito alla polizia dal portiere dello stabile. Contro di lui sarebbero stati esplosi due colpi di pistola, forse dallo stesso Fanella nell'estremo tentativo di difendersi.

I proiettili hanno raggiunto Ceniti al gluteo e alle gambe, ferite che hanno reso necessario il trasporto in codice rosso al policlinico Gemelli. «Le condizioni sono molto gravi ed attualmente si trova in prognosi riservata», fanno sapere dal Policlinico Gemelli.

Morto sul colpo invece Silvio Fanella, condannato in primo grado a 9 anni nel processo per il riciclaggio internazionale che ha visto coinvolti alcuni ex dirigenti delle società Telecom Italia Sparkle e Fastweb.

Sul posto è intervenuta la polizia. Attivati elicotteri e posti di controllo in tutta Roma nord. Subito dopo l'agguato alcuni testimoni avrebbero riferito di aver visto fuggire due persone a bordo di un'auto.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Genovese di 29 anni ferito in una sparatoria a Roma, è gravissimo

GenovaToday è in caricamento