menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Le mode dei giovani d'oggi? Bere sangue umano e i "selfie"

È quanto emerge da uno studio trattato durante il corso interdisciplinare di aggiornamento in "Adolescentologia" dell'Ateneo di Genova. Tra le altre tendenze anche assumere alcolici dagli occhi e provare esperienze omosessuali

I giovani d'oggi? Dei novelli Dracula. È uno dei temi emersi durante il corso interdisciplinare di aggiornamento in “Adolescentologia”, in corso nell'Ateneo di Genova.

Quella di bere sangue umano è una pratica, una vera e propria moda, sempre più frequente tra i giovanissimi, soprattutto tra quelli tra i 15 e 19 anni. Una prova di forza, di coraggio per sentirsi inclusi nei gruppi di "vampiri" e su cui vige la massima segretezza. Prova che prevede essenzialmente due ruoli, quello del donatore, che si provoca ferite per estrarre il sangue e chi lo riceve e lo beve. Molte testimonianze sono state raccolte da psicoterapeuti presenti nelle scuole con appositi sportelli d'ascolto per una settimana. Un'esperienza spesso descritta come qualcosa di più intimo del sesso, una sorta di possessione coinvolgente e totalizzante. 

La nascita di questo macabro rito è stata favorita dalla presenza sul grande e piccolo schermo di sempre più figure vampiresche, non ultime quelle protagoniste della fortunata saga "Twilight". Molto più di un gioco se si valutano i molteplici rischi che corrono i suoi protagonisti. Sia dal punto di vista fisico che da quello psicologico. Dalla presenza di tossine nel sangue al senso di colpa e la conseguente paura di aver contratto malattie, prima su tutte l'Aids. 

Ma non è tutto. Tra le altre mode che stanno prendendo campo tra i giovani si annoverano anche la consuetudine di assimilare sostanze alcoliche attraverso gli occhi per "sballarsi" più velocemente oltre alla "selfite", la mania di scattarsi fotografie, soprattutto con gli smarphone, per raggiungere il selfie perfetto da condividere sui social network. Non ultima la tendenza sempre più frequente a provare esperienze omosessuali, non tanto per un reale desiderio quanto per moda. 

Ovviamente tutte questi fenomeni trovano il proprio campo fertile nei social network. Sono infatti nati gruppi e vere e proprie associazioni che riuniscono le varie categorie, dai vampiri ai "selfer". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caos autostrade: code anche in serata

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento