Sabato, 16 Ottobre 2021
Cronaca Centro / Via XX Settembre

Dall'aggressione al nonno alla rapina in via Venti, 19enne di nuovo in manette

Scarcerato e sottoposto all'obbligo di dimora dopo il primo episodio, si è recato in centro dove ha spintonato una ragazza, riuscendo a rubarle il telefono. Ma i carabinieri erano in zona e sono riusciti a bloccarlo

Due arresti in due giorni. È quanto ha collezionato un 19enne genovese. Il primo il 3 gennaio a opera della polizia per violazione di domicilio, aggravata dalla violenza sulle persone. In seguito al rito direttissimo il giovane è stato scarcerato e sottoposto all'obbligo di dimora.

L'indomani, ovvero lunedì 4 gennaio, il 19enne si è recato nella centralissima via XX Settembre, dove, dopo aver spintonato con violenza una 29enne ecuadoriana, le ha asportato il telefono cellulare, del valore di trecento euro circa, per poi fuggire a piedi lungo la via.

I carabinieri, dopo aver udito le urla della donna, hanno individuato e inseguito il rapinatore, riuscendo a bloccarne la fuga dopo una colluttazione, nella quale uno dei militari ha riportato una lieve lesione. I militari sono riusciti a recuperare la refurtiva e a restituirla alla vittima.

Il 19enne è stato arrestato per rapina e resistenza a pubblico ufficiale e trasferito nel carcere di Marassi dove rimarrà ristretto a disposizione dell'autorità giudiziaria.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dall'aggressione al nonno alla rapina in via Venti, 19enne di nuovo in manette

GenovaToday è in caricamento