menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Striscione contro la droga sul Carlo Felice

Il teatro di Genova partecipa all'iniziativa del dipartimento Politiche Antidroga in occasione della giornata mondiale contro il consumo e il traffico di droga martedì 26 giugno 2012. Al progetto partecipano altri tredici monumenti italiani

Genova - La Mole Antonelliana di Torino, piazza Maggiore a Bologna, il Torrione del teatro Carlo Felice di Genova, palazzo Barbieri a Verona, il campanile di San Marco a Venezia, la torre di San Niccolò a Firenze, palazzo dei Priori di Perugia, il Colosseo di Roma, il Maschio Angioino a Napoli, la facciata della sede comunale in piazza Sant'Oronzo a Lecce, la torre dell'Elefante a Cagliari, il palazzo di Città di Palermo, la statua del Cavatore a Catanzaro e piazza Ferrarese a Bari.

Sono questi i monumenti simbolo della giornata mondiale contro il consumo e il traffico di droga, luoghi che ospitano fino a mercoledì 27 giugno 2012 slogan come «Liberi da tutte le droghe, Liberi da tutte le mafie. Chi compra droga finanzia le mafie, le loro violenze e il terrorismo».

L'iniziativa proviene dal dipartimento Politiche Antidroga - la cui delega  è affidata al Ministro per la Cooperazione, Andrea Riccardi - e realizzata sotto l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica, con il patrocinio dei presidenti di Camera e Senato e con la condivisione del procuratore nazionale antimafia, Pietro Grasso.


L'intento è quello di «creare una forte consapevolezza, soprattutto nei giovani, sul fatto che rifiutare l'uso di droghe e quindi il loro acquisto significa prima di tutto rispettare se stessi, ma anche la legalita', impedendo finanziamenti illeciti alle mafie e al terrorismo».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Arisa si sposa con Andrea Di Carlo: tutti i dettagli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento