Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca Via Sampierdarena

Perde a carte, dà fuoco al locale e uccide due persone

Gli agenti della squadra Omicidi hanno arrestato Giorgio Moriconi, il 42enne che nel 2008 appiccò il fuoco a una sala poker di Sampierdarena causando la morte del titolare e di un'altra persona

Gli agenti della squadra Omicidi di Genova hanno arrestato questa mattina Giorgio Moriconi, il 42enne che 4 anni fa, in seguito a un banale litigio nel corso di una partita a carte, appiccò il fuoco nella sala interna del poker club "All In" di Sampierdarena dopo aver cosparso di benzina anche alcuni dei presenti tra cui il titolare e la sua socia, rispettivamente di 58 e 66 anni, che morirono a causa delle gravi ustioni.

Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, la sera del 24 novembre 2008 Moriconi, deriso dagli altri giocatori presenti nel circolo dopo aver perso a poker, si sarebbe allontanato furioso dal locale per poi tornare con una tanica di benzina che avrebbe poi versato nella sala, facendo sviluppare le fiamme.

Gli agenti hanno dato esecuzione all’ordine di carcerazione emesso dalla Procura di Milano, che in sede di appello ha condannato Moriconi a scontare 10 anni e 4 mesi di carcere per i reati di omicidio aggravato e incendio.

L’uomo è stato portato nel carcere di Marassi, dove sconterà la pena.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perde a carte, dà fuoco al locale e uccide due persone

GenovaToday è in caricamento