menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Non Azzardatevi": nuove regole e la mappa di chi dice no alle slot

All'iniziativa hanno già aderito quasi 60 esercenti. Nel 2017 inoltre entrerà in vigore un nuovo regolamento che dovrebbe ridurre drasticamente le sale da gioco all'interno di bar e tabaccherie

Il Comune di Genova scende in campo contro il gioco d'azzardo e la proliferazione di slot machine e videolottery nei bar e nelle tabaccherie, e dopo avere lanciato la campagna di sensibilizzazione "Non Azzardatevi", ha presentato uno degli sviluppi più promettenti nell'ambito dell' iniziativa: una mappa interattiva creata con la collaborazione dell'agenzia creativa Yuri Magazine, che ha censito tutti i locali di Genova che hanno rinunciato a proporre il gioco d'azzardo all'interno dei propri locali.

Una mappatura possibile grazie alla collaborazione di quasi 60 esercenti che hanno aderito al censimento (rigorosamente su base volontaria), e destinata a crescere: attraverso il  sito del Comune di Genova, chiunque lo desideri può aderire all'iniziativa inserendo i propri dati ed entrare a far parte dei pubblici esercizi "virtuosi" che hanno detto no al gioco d'azzardo e che campeggiano sulla mappa interattiva disponibile online. 

Sempre in un'ottica di informazione, sensibilizzazione e prevenzione dei rischi legati al gioco d'azzardo, lunedì 12 dicembre dalle ore 17 alle 19.30 al Teatro della Gioventù di via Cesarea andrà in scena un convegno denominato "Azzardo 2017: cosa cambia", organizzato dalla Consulta comunale genovese contro il gioco d'azzardo. Un appuntamento importante durante il quale verrà presentato il contenuto del regolamento comunale e gli effetti della sua applicazione nelle sale e nei negozi nella fase di rinnovo delle concessioni delle licenze per la gestione delle slot e videolottery.  

Il regolamento entrerà in vigore a partire dal maggio 2017, 5 anni dopo l'entrata in vigore della legge regionale, e consentirà di modificare radicalmente la presenza delle sale da gioco in città e ridurre in maniera drastica il numero di slot machine all'interno di bar e e tabaccherie genovesi, inserendo vincoli di distanza da luoghi sensibili come chiese, scuole, case di riposo, stabilimenti balneari e impianti sportivi.

Al convegno parteciperanno le istituzioni con l'assessore a legalità e diritti del comune di Genova Elena Fiorini, l'assessore a sanità e politiche sociali e vicepresidente della Regione Liguria Sonia Viale, ma anche il deputato Lorenzo Basso, l'osservatorio regionale sulla ludopatia, associazioni che si occupano di contrasto al gioco di azzardo e di supporto a persone affette da ludopatia e il comico genovese, ed ex giocatore, Daniele Raco.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

  • Homepage
  • Ultim'ora
  • Cronaca
  • Zone e Quartieri
  • Sport
  • Politica
  • Eventi
  • Cinema
  • Economia e Lavoro
  • Salute
  • Attualità
  • Ambiente
  • Video
  • Foto
  • Notizie dall'Italia
  • Meteo
  • Segnalazioni
  • Opinioni
GenovaToday è in caricamento