menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Oltre 11mila firme per i Luzzati: il Comune pronto a salvare i Giardini

Incontro "costruttivo", ha fatto sapere il coordinatore Marco Montoli, con il sindaco Marco Bucci: lo spazio verrà non solo mantenuto, ma anche maggiormente tutelato

Oltre 11mila firme in pochi giorni, una vera e propria mobilitazione social al grido di “Salviamo i Giardini Luzzati”. E alla fine, anche dal sindaco Marco Bucci è arrivato un segnale che parla della volontà dell’amministrazione comunale di tutelare uno spazio diventato anche un presidio sociale per il centro storico.

Giardini Luzzati, oltre 11mila firme per il rinnovo della concessione

A confermarlo è Marco Montoli, presidente della cooperativa il Ce.Sto e coordinatore delle associazioni e delle attività che collaborano alla gestione dei Giardini. Montoli ha partecipato mercoledì mattina a un incontro con il sindaco Bucci, da cui è uscito fiducioso che vengano avviati «una collaborazione proficua e un percorso di progettazione condivisa e partecipata sul futuro dello spazio. Siamo impegnati per raggiungere  la piena valorizzazione del parco archeologico, con importanti sviluppi turistici e culturali per la città, e il potenziamento delle funzioni sociale della piazza».

Il riferimento è alla vittoria del bando da 700mila euro “Nuove Generazioni” di Impresa Sociale con i Bambini, con partner come Iit, Cnr, Casa Paganini-DIBRIS, Teatro della Tosse, Istituto Comprensivo Centro Storico, Festival della Scienza, Federazione Regionale Solidarietà e Lavoro e Associazione Balgasar, vinto dai Luzzati con un progetto che punta alla valorizzazione dell'area archeologica anche con strumenti hi-tech. Da tempo ormai le associazioni attenevano di aprire un dialogo con le istituzioni, e l’imminente scadenza del bando (ottobre 2019) senza alcun aggiornamento aveva fatto temere per il futuro. Non solo per quanto riguarda l’eventuale perdita dei fondi, ma anche per il rinnovo della concessione. 

Dal rettore a Malika passando per Recalcati, gli appelli per i Giardini Luzzati

“Finalmente abbiamo potuto confrontarci con il sindaco e gli amministratori locali, che hanno riconosciuto la fondamentale opera di rigenerazione e riqualificazione sociale svolta dal Ce.Sto in questi sette anni ai Giardini Luzzati - ha spiegato Montoli - Anche il sindaco Bucci ha espresso apprezzamento per la realtà dei Giardini Luzzati, intesa come un'agorà pubblica, aperta, plurale, sempre più inclusiva e accogliente. Cuore pulsante della città: spazio libero di svago, convivialità e di sana aggregazione per tutti. Avere condiviso un progetto comune sull'area ci fa ragionevolmente sperare che possa continuare positivamente la collaborazione con l'amministrazione, generando una progettazione condivisa sul futuro dello spazio che punti alla valorizzazione del parco archeologico e del ruolo sociale che la piazza svolge con importanti sviluppi turistici e culturali».

Tantissima la solidarietà incassata dai Luzzati nelle ultime settimane, e cioè da quando online è comparsa la petizione che chiedeva sostegno per assicurare ai Giardini un futuro: più di 11mila le firme raccolte, e numerosi personaggi del mondo della cultura e dello spettacolo, da Malika Ayane a Frankie Hi-Nrg passando per il rettore dell’Università di Genova, Paolo Comanducci, la direttrice di Palazzo Ducale, Serena Bertolucci, e lo scrittore Massimo Recalcati, erano scesi in campo per difendere il lavoro della cooperativa e delle associazioni. Che adesso guardano al futuro con più ottimismo, e chiedono a genovesi e non solo di continuare a partecipare al processo di crescita di uno spazio diventato un punto di riferimento in città.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus, Bassetti: «È iniziata terza ondata, temo farà male»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento