menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ai Giardini Luzzati tornano i bidoni per la differenziata. E partono gli incontri sul riciclo

Amiu aveva “sequestrato” i bidoni concessi in uso gratuito all’associazione per il mancato pagamento dell’affitto. Ma dopo le polemiche si è raggiunto un accordo, con un’ulteriore passo avanti

Pace fatta tra i Giardini Luzzati e Amiu dopo la polemica legata al ritiro dei bidoni della differenziata: dopo lo sfogo dell’associazione il Ce.Sto (che gestisce la piazza, il circolo e tutte le attività che vi vengono organizzate), diventato in breve tempo virale, la partecipata del Comune ha fatto marcia indietro e non soltanto ha lasciato i bidoni in comodato d’uso gratuito ai Giardini, ma è intenzionata a “sfruttare” l’azione di presidio sociale e culturale che svolgono sul territorio per educare il più possibile alla differenziata.

"Sequestrati" i bidoni della differenziata

Un passo indietro: la polemica è scoppiata mercoledì, quando sulla pagina Facebook dei Giardini Luzzati è comparsa una foto che ritrae le fioriere costruite dall’associazione per contenere i bidoni della differenziata. All’interno, invece dei cassonetti, semplici sacchi neri: «Amiu ci ha portato via i 12 cassonetti della spazzatura perché non abbiamo accettato la proposta di pagarne l’affitto di 1800 euro + iva annui -  hanno spiegato i gestori dei Giardini - Roba da “daspo” per chi ha preso questa decisione senza tenere conto di cosa facciamo e per chi lo facciamo, veramente. E pensare che noi li svuotavamo da soli, litigavamo per far rispettare la differenziata alle migliaia di persone che frequentano la piazza». 

Amiu si scusa e promette: «Incontri sul riciclo ai Luzzati»

Lo sfogo ha rapidamente fatto il giro del Web, arrivando anche sotto gli occhi di Amiu, che è corsa ai ripari: «Abbiamo chiarito quello che è stato, in realtà, un fraintendimento - assicura Luca Zane, responsabile della comunicazione dell’azienda - Non soltanto riconosciamo il lavoro svolto dai Giardini Luzzati nel promuovere la differenziata, ma abbiamo intenzione di coinvolgerli in un progetto che partirà a breve proprio sulla raccolta differenziata, il riciclo e le buone pratiche. Faremo circa 90 incontri sul tema, e abbiamo intenzione di tenerne alcuni anche qui, trasformando i Giardini in un esempio virtuoso per tutto il centro storico».

Soddisfatto dell’esito della diatriba anche Marco Montoli, presidente della cooperativa Il Ce.Sto, che dopo avere ammesso che «il nostro post su Facebook è stato sicuramente un modo provocatorio per attirare l’attenzione», ha accettato con entusiasmo la proposta di Amiu: «I bidoni della differenziata ci erano stati concessi attraverso un patto stipulato per la promozione degli spazi. Quando è scaduto, Amiu ha ricalcolato il dovuto per l’affitto dei bidoni, senza tenere conto di chi li stava utilizzando, e per fare che cosa. Quando ci siamo visti recapitare un preventivo da quasi 2mila euro non ci siamo stupiti, perché abbiamo pesanti che non sarebbe stato addebitato. Invece ci hanno tolto i cassonetti», sorride, più rilassato, ora che la situazione è stata risolta

«Alla fine Amiu ci ha contattati, abbiamo chiarito la situazione e siamo riusciti a sistemare le cose - conferma ancora Montoli - L’obiettivo adesso è di tornare a fare quello che facevamo prima, sensibilizzando sull’importanza della differenziata e diffondendo un modello virtuoso di frequentazione del centro storico e della movida in generale».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus, focolaio all'ospedale Galliera

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento