Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca

Genova Jeans, la Corte dei Conti indaga sui costi della kermesse

La magistratura contabile ha aperto un fascicolo esplorativo, blitz della guardia di finanza in Comune per sequestrare le delibere delle spese

La Procura della Corte dei Conti della Liguria ha aperto un fascicolo esplorativo su Genova Jeans, la kermesse che si è chiusa in città domenica scorsa e che, ancora prima della sua partenza, è finita nel vortice delle polemiche.

Dopo voci contrastanti sui presunti costi della manifestazione sostenuta anche dai soldi dei contribuenti, la guardia di finanza ha così sequestrato in Comune le delibere delle spese per consentire alla giustizia contabile di accertare se ci siano punti bui o irregolarità come denunciato da diverse campane, in particolar modo dal consigliere comunale Alessandro Terrile in lista Pd. 

Anche dopo una lunga seduta consiliare dedicata, il Partito Democratico ha continuato a puntare il dito sulla mancanza di documenti ufficiali sulla manifestazione. Così, secondo indiscrezioni, la polizia tributaria avrebbe fatto visita alla direzione Grandi eventi del Matitone su incarico della Corte dei Conti. 

Propio ieri il Comune ha comunicato i numeri dell'evento: 13.600 gli ingressi alle mostre, 3.500 persone agli appuntamenti serali, tutti i convegni sold out; questi i dati forniti da Manuela Arata, presidente del comitato promotore Genova Jeans, che sono stati puntualmente contestati dall'opposizione a Tursi,  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Genova Jeans, la Corte dei Conti indaga sui costi della kermesse

GenovaToday è in caricamento