menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Genova al gelo, autobotti in azione: le raccomandazioni del Comune

L'amministrazione dispone caloriferi accesi 16 ore al giorno fino a lunedì. Per segnalazioni inerenti l'emergenza freddo è attivo il numero verde 800 177 797

A causa del perdurare delle condizioni climatiche, con temperature inferiori allo zero, gelate diffuse e conseguenti rotture delle tubazioni idriche su impianti privati, il Comune ha istituito in servizio di autobotti per consentire ai cittadini (muniti di contenitori) di rifornirsi di acqua.

Oltre al servizio attivo già da ieri, a partire dal primo pomeriggio di oggi le autobotti effettueranno i seguenti percorsi:

Valpolcevera: piazza Pallavicini, Cige, quartiere Diamante, via Pastorino altezza caserma dei vigili del Fuoco, via Murta, piazza Partigiani Caduti per la Libertà

Valbisagno: piazzale antistante lo stadio, piazzale antistante il cimitero di Staglieno, piazzale Bligny, rotonda di Geirato, Giro del Fullo, capolinea bus n°12

Per quanto riguarda il Ponente, le fontanelle pubbliche sono state attrezzate con batterie di rubinetti, nei seguenti punti: capolinea bus n°1 (Voltri) piazza Gaggero lungomare di Pegli in prossimità del depuratore incrocio tra via Multedo e viale Villa Gavotti

È in corso di attivazione un ulteriore percorso di un’autobotte tra Sampierdarena e il centro città, con i seguenti punti di fermata: Villa Scassi, piazzale Pestarino, largo San Francesco da Paola, rotonda Bassano, giardini Pellizzari.

Il numero verde 800 177 797 è attivo per segnalazioni inerenti all’emergenza freddo e a possibili segnalazioni di cittadini, relative alla presenza di utenza debole esposta alla rigida temperatura. Le segnalazioni possono pervenire anche al COA, telefonando al numero 010 5570.

Inoltre, i Servizi Operativi del Comune di Genova sono impegnati affinché tutte le misure siano attivate assicurando l’allertamento per qualsiasi esigenza di intervento che si rendesse necessaria a fronte dell’evolversi della situazione.

I cittadini sono invitati ad attenersi alle seguenti norme di comportamento:

- lasciare un filo di acqua da uno dei rubinetti dell’impianto
- ridurre le attività all’aperto, specialmente se si è anziani, per evitare il rischio di cadute e di raffreddamento - mantenere puliti gli spazi antistanti le proprietà private
- seguire le prescrizioni diramate dalle autorità e dalla Protezione Civile
- prestare particolare attenzione e prudenza in relazione alle bassissime temperature previste che, unite alle condizioni di forte vento di tramontana, rendono ulteriormente a rischio lo scenario previsto non solo per domani ma anche nei giorni successivi ai conducenti dei veicoli si raccomanda di prestare particolare attenzione alla presenza di ghiaccio/anomalie presenti sulla sede stradale
- prestare attenzione alle prossime comunicazioni diramate dalla Protezione Civile.

Gli amministratori condominiali: sono invitati a prestare particolare attenzione alle tubature installate fuori terra per possibili rotture a causa delle basse temperature, attivando le conseguenti misure del caso
- dovranno inoltre provvedere allo spargimento di sale nei tratti di loro spettanza a rischio di ghiaccio
- dovranno intervenire in presenza di ghiaccio sospeso su grondaie e cornicioni, a rimuovere il ghiaccio e/o transennare l’area a rischio.

- Si comunica infine che da domani, martedì 7 e fino a lunedì 13 febbraio compreso, gli impianti di riscaldamento potranno rimanere accesi 16 ore giornaliere (anziché 12) in regime di confort (20C°+ 2C°di tolleranza).

Per un miglioramento del clima, le previsioni non lasciano ben sperare: la perturbazione di origine russa continua ad interessare il nostro paese, tenendolo sotto la morsa di un freddo veramente pungente. Rimane, dunque, alto il rischio di ghiaccio sulle strade: si raccommanda la solita prudenza nel percorrere le strade della città e delle alture.

Per quanto riguarda i servizi, non risultano particolari criticità: i mezzi AMT sono regolarmente in servizio,  come i mezzi AMIU, impegnati da giorni nello spargimento di sale.

Per la giornata di domani, martedì 7 febbraio, come si apprende dall'Ansa, è rinviato lo sciopero dei trasporti pubblici locali indetto dalle organizzazioni sindacali Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Faisa-Cisal e UGL Trasporti:
«Le segreterie sindacali di categoria rendono noto che a causa delle condizioni meteo lo sciopero di 24 ore del trasporto pubblico locale in Liguria, previsto per domani 7 febbraio 2012, è rinviato a data da destinarsi. Lo comunica la Camera del Lavoro».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Arisa si sposa con Andrea Di Carlo: tutti i dettagli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento