menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Genoa: Preziosi e Zarbano condannati, confiscati conti e appartamenti

Un anno e sei mesi. È questa l'entità della condanna comminata al presidente del Genoa, Enrico Preziosi, dal tribunale di Genova nell'ambito del processo per il mancato versamento dell'Iva per l'esercizio 2011 del Grifone

Un anno e sei mesi. È questa l'entità della condanna comminata al presidente del Genoa, Enrico Preziosi, dal tribunale di Genova nell'ambito del processo per il mancato versamento dell'Iva per l'esercizio 2011 del Grifone.

Condannato a un anno anche l'amministratore delegato del club, Alessandro Zarbano. L'inchiesta aveva preso il via dopo che nel dicembre 2012 la società rossoblù aveva segnalato all'Agenzia delle entrate di non avere versato 8 milioni di Iva per il 2011.

Da quel momento il Genoa ha iniziato a versare la cifra a rate, ma nel frattempo la Procura ha mandato avanti la pratica fino alla sentenza. I difensori di Preziosi e Zarbano, avvocati Alessandro Vaccaro e Andrea Vernazza, hanno annunciato che presenteranno ricorso in appello.

I giudici hanno anche disposto la confisca di quanto era stato sequestrato sia a Preziosi che a Zarbano. Nel febbraio scorso, infatti, al patron del Genoa erano stati pignorati dalla guardia di finanza conti correnti e quote presso una fiduciaria per complessivi 4,3 milioni.

All'ad erano stati sequestrati un appartamento e due box di valore catastale di circa 130 mila euro e circa 70 mila euro sul conto corrente.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento