menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Frasi contro gli ultras, Gasperini indagato per diffamazione

In seguito alle frasi pronunciate dopo il match con il Palermo, il tecnico del Genoa è stato querelato da Roberto Traverso, presidente dell'Associazione Club Genoani

Finisce in tribunale il botta e risposta tra Gian Piero Gasperini e alcuni ultrà della tifoseria genoana: dopo le frasi pronunciate lo scorso gennaio in seguito alle contestazioni da parte dei tifosi, il tecnico rossoblù è adesso indagato per diffamazione in seguito alla querela presentata da Roberto Traverso, presidente dell’Associazione Club Genoani.

Traverso era stato infatti citato da Gasperini a margine del match contro il Palermo dello scorso 18 gennaio e indicato, insieme con altri due ultrà, come rappresentante di una parte di tifoseria più minacciosa e violenta, ricordando la partita Genoa-Siena in cui i giocatori erano stati costretti a togliersi le maglie: «Ho un concetto dei tifosi del Genoa molto più alto di quei tre o quattro che mi contestano - aveva detto il tecnico genoano alla fine della partita -  Credo che la Gradinata sia una cosa migliore, quando ho visto questi mi è venuto in mente Criscito, o la maglietta di Sculli. Io non identifico in queste persone i tifosi del Genoa, mi dispiace che a certi personaggi con cui ho avuto problemi si conceda anche spazio».

In seguito alla presentazione della querela il pm aveva chiesto l’archiviazione del caso, ma Traverso si era opposto e il gip Massimo Cusatti ha accettato la sua richiesta. Nei prossimi giorni verrà dunque fissata una data per la prima udienza di discussione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus, focolaio all'ospedale Galliera

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento