Baby genitori restano in famiglia, l'ha deciso il tribunale

Importante sentenza del Tribunale di Genova che accoglie un modello nuovo di famiglia allargata in alternativa all’istituzionalizzazione

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di GenovaToday

Risale a pochi giorni fa una notizia che non si può non raccontare, la storia di un destino familiare che cambia il proprio corso e di una famiglia, allargata e affiatata, che nasce prospettando un modello alternativo, nuovo.

La vicenda è quella di una ragazza madre di 16 anni, cresciuta in una Casa Famiglia, che, all'interno della stessa struttura, ha conosciuto colui che 5 mesi fa è diventato il padre di suo figlio, un ragazzo anch'esso minorenne.

Il 20 maggio si è, dunque, celebrata presso il Tribunale per i Minorenni di Genova l'udienza in merito alla collocazione della ragazza e, conseguentemente, del bambino..

Il Tribunale per i Minorenni ha confermato il collocamento dei due genitori minorenni e del bambino di 5 mesi presso i nonni paterni (i genitori del ragazzo), rimandando a dicembre la prossima rivalutazione del progetto che li riguarda.

Una disposizione che ha tenuto conto sia dalla disponibilità dei nonni di occuparsi del bambino, che dalla ferma volontà dei giovanissimi genitori di mettersi in gioco e comprendere le loro nuove responsabilità, affinché il loro bambino possa vivere e crescere nell'affetto familiare.

Torna su
GenovaToday è in caricamento