Perquisizione a casa di un 33enne con le unità cinofile, trovata droga

La verifica è scattata dopo l'arresto dell'uomo, sospettato di nascondere sostanza stupefacente. Il fiuto dei due cani ha portato gli agenti all'imbosco

Lo scorso 9 novembre i poliziotti del commissariato Centro hanno arrestato un cittadino marocchino di 33 anni, colpito da ordinanza di custodia cautelare in carcere. Nell'ambito delle indagini è emerso che il 33enne, noto alle forze dell'ordine in quanto assiduo frequentatore di persone dedite allo smercio di droga nel centro storico, potesse nascondere droga all'interno della propria abitazione in luoghi di difficile accesso.

Lunedì 16 novembre 2020 gli operatori del commissariato Centro hanno effettuato la perquisizione domiciliare in vico Gattaga su disposizione dell'autorità giudiziaria in compagnia dei cani Nagut e Costantin, il cui fiuto si è concentrato verso un anfratto in corrispondenza della finestra del bagno, dove sono stati trovati 60,59 grammi di cannabis, suddivisi in 20 involucri pronti per la vendita.

Il 33enne è stato quindi indagato per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ruba smartphone a mamma con neonato sul bus, poi la prende a pugni

  • Coronavirus, da domenica la Liguria torna in zona gialla

  • A 116 km orari in corso Europa: patente ritirata e maxi multa

  • Il proverbio di Santa Bibiana, che "prevede" il meteo

  • È arrivata la neve: le foto

  • Perdono entrambi i genitori nel giro di un anno: mobilitazione per aiutare due fratelli di Quezzi

Torna su
GenovaToday è in caricamento