menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gaslini, allarme precariato: «Carenze di organico»

Lettera aperta dei lavoratori alla Regione

«Siamo allibiti di fronte all'indifferenza che state mostrando nei confronti del personale e di conseguenza sull'assistenza dei piccoli pazienti». A parlare sono i lavoratori dell'ospedale Gaslini di Genova aderenti al sindacato di base Usb, che tornano a parlare di gravi carenze di organico e di condizioni di lavoro definite difficili e snervanti. 

«Continuiamo a sentire snocciolare cifre sull'organico non corrispondenti al vero - scrivono in una lettera aperta indirizzata alla Regione Liguria - Vi invitiamo a chiedere i numeri reali del personale adibito all'assistenza nei reparti. Manca personale nei reparti. Carenza di organico e mancato rispetto di normative sulla sicurezza. Vi invitiamo a sostare un'ora in reparti come Osservazione, Ostetricia oppure Chirurgia per verificare da voi se l'impianto di climatizzazione funzioni o meno. Innumerevoli sarebbero le questioni di cui discutere, molte delle quali potrebbero risolversi semplicemente. 

Da settembre inizieremo un ciclo di vertenze sindacali ma alcune di queste non sarebbero necessarie se veniste a vedere con i vostri occhi ciò che sta accadendo. Ma tutto viene coperto, la trasparenza non va a braccetto con la recente politica. Invitiamo insieme a voi i consiglieri regionali degli altri partiti poiché crediamo che il Gaslini non debba avere interessi di parte. In caso contrario, per favore, abbiate il pudore di non utilizzare il lavoro svolto al Gaslini come vanto di questa politica».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Invasione di pappagallini, il Comune lancia censimento

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento