Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca

Gaslini sempre più "eccellente": arriva la quarta certificazione internazionale

Per il quarto anno di fila, l'ospedale pediatrico cittadino ha ricevuto l'accreditamento dalla Joint Commission International, organizzazione statunitense che si occupa di certificare l'eccellenza delle cure in tutto il mondo

Ennesimo successo per l’Istituto Giannina Gaslini: l’ospedale pediatrico genovese ha ottenuto l’accreditamento all’eccellenza della Joint Commission International (JCI), l’organizzazione americana cui aderiscono le strutture sanitarie considerate “medaglia d’oro” in fatto di cure.

Si tratta della quarta conferma consecutiva dal 2007 per il Gaslini, che anche quest’anno si è sottoposto volontariamente all’esame della commissione internazionale che ha accreditato quasi 5mila ospedali e che monitora oltre 20mila programmi sanitari con lo scopo di migliore la qualità dell’assistenza sanitaria.  

A oggi sono 937 gli ospedali accreditati dalla JCI, solo 24 in Italia, e pochissimi tra quelli italiani hanno deciso di proseguire con il quarto accreditamento: «I certificatori internazionali hanno verificato il rispetto di pressoché tutti gli oltre 1200 elementi misurabili previsti dal manuale di accreditamento - ha spiegato Paolo Petralia, direttore generale del Gslini - Un ottimo risultato, raggiunto grazie all'impegno di ciascun "Gasliniano" e ad un complesso e articolato "lavoro di squadra", che da oggi dovrà continuare per assicurare continua evoluzione e miglioramento, e finalizzato a rendere evidente e documentabile come l’organizzazione dell’Istituto sia orientata al miglioramento continuo della qualità dell’assistenza».

L’accreditamento della JCI comporta, per i piccoli pazienti del Gaslini, diversi cambiamenti nel percorso terapeutico: innanzitutto è garantita maggiore sicurezza nelle cure, grazie a una maggiore attenzione in sala operatoria e all’introduzione del time out (dopo l’induzione dell’anestesia e prima dell’intervento si effettua un ulteriore verifica totale sulla strumentazione, la presenza di tutti gli specialisti, i farmaci ecc) e della marcatura del sito da operare. Poi, limitazione e controllo del dolore con l’utilizzo di scale di valore internazionali e protocolli specifici, e una minore possibilità di rischi garantita dall’utilizzo di cartella sanitaria e scheda unica di terapia.

«Nel mondo sono vittime di errori circa il 2,7% dei pazienti ricoverati. Tutto il processo di gestione dei farmaci è critico: prescrizione, trascrizione, ordinazione, preparazione, somministrazione, monitoraggio. La frequenza di errore statisticamente è compresa fra 4.5 – 5.5 % di tutte le terapie. Applicando gli standard JCI il Gaslini cambia la tenuta di tutta la documentazione sanitaria - ha spiegato Simona Serveli, Caposala UOC Patologia Neonatale - La cartella prevede una parte infermieristica, articolata in diverse sezioni per valutare meglio i bisogni assistenziali del bambino all’ingresso in reparto e durante il ricovero, attraverso il diario giornaliero infermieristico».

Il miglioramento delle prestazioni sanitarie ha inoltre contribuito già negli anni scorsi a diminuire le infezioni ospedaliere, come ha spiegato il dottor Elio Castagnola, direttore UOC Malattie Infettive: «Al Gaslini la prevalenza delle infezioni correlate all'assistenza è del 5%, in media con i dati europei pediatrici, per quanto riguarda le infezioni invasive da batteri gram negativi resistenti agli antibiotici la media europea ponderata sulla media della popolazione è dell'8%, in Italia è del 33%, mentre al Gaslini, nel 2016m è stata del 4%».

Grande soddisfazione è stata espressa dal presidente, Pietro Pongiglione, che ha sottolineato che «ciò che fa di un ospedale “un grande ospedale”, cioè un ospedale di “grande qualità”, è proprio il fatto che i livelli di attenzione, e quindi la sicurezza e la qualità nei confronti dei pazienti non vengano mai meno in nessun settore, che la tensione verso la qualità sia la stessa in tutti i reparti ed in tutti i servizi. Non debbono esistere, per quanto possibile, singole aree di eccellenza: l’eccellenza è il valore di tutti e si ottiene solo lavorando tutti insieme, come un unico organismo».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gaslini sempre più "eccellente": arriva la quarta certificazione internazionale

GenovaToday è in caricamento