menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Genova senza gas: individuato il guasto, ritorno alla normalità vicino

Terzo giorno di Genova al freddo, ma i tecnici della Snam annunciano di aver individuato la falla. Entro oggi la situazione dovrebbe tornare alla normalità

Terzo giorno di emergenza gas, terzo giorno in cui Genova si sveglia finalmente con buone nuove. «I tecnici della Snam hanno indivudato la falla e stanno lavorando per sostituire il pezzo della conduttura. Sto andando a Serra Riccò ma credo che siamo in dirittura d'arrivo».

Lo ha detto Gianni Crivello, assessore alla Protezione civile del comune di Genova confermando che permane l'ordinanza di divieto di accendere i termosifoni e di usare l'acqua calda in vigore dal momento in cui si è rotta la conduttura del metano. Genova è al freddo da giovedì sera: le temperature sono calate e Arpal prevede piogge e vento nelle prossime ore.

Ricordiamo che sono diciassette i comuni interessati: Genova, Mele, San Olcese, Ceranesi, Serra Riccò, Bogliasco, Pieve, Bargagli, Torriglia, Tribogna, Moconesi, Avegno, Cicagna, Favale di Malvaro, Uscio, Lorsica e Neirone.

Per tutta la durata dell’emergenza sarà attivo il numero verde della Protezione Civile del Comune di Genova 800 177797.

Aggiornamento ore 17.40: sono cominciate le operazioni di saldatura del tubo della condotta del gas danneggiato due giorni fa. Lo riferisce un portavoce di Snam spiegando che in giornata si sono registrate difficoltà nel posizionamento del nuovo pezzo e che l'accoppiamento dei tubi è stato reso difficile dalle condizioni meteo. Una volta effettuata la saldatura verrà effettuata la radiografia e si avvierà  la fase di collaudo. Auspicabilmente, ha detto il portavoce, il tutto si dovrebbe concludere in giornata.

Aggiornamento ore 20.00: tecnici ancora al lavoro. Si spera di sistemare il guasto nelle prossime ore dopo aver individuato la falla nel tubo. Tubo che secondo quanto appreso sarebbe già stato sostituito 16 anni fa, nel 1998. E sul cedimento di quella porzione di dotto cominciano ad arrivare alcune informazioni. Non sarebbe stata una frana e nemmeno il cedimento del terreno sottostante a provocare la falla che invece si sarebbe creata autonomamente. Permane il divieto ad usare l'acqua calda e il riscaldamento.

Aggiornamento ore 21.30: conclusa la saldatura.

Aggiornamento ore 23.00: via con la radiografia. Si attende l'esito. Qualora fosse positivo si riaprirebbe il flusso di metano, ma il pieno utilizzo nelle case sarebbe graduale.

Aggiornamento definitivo ore 1.30: guasto risolto, l'assessore Gianni Crivello toglie l'ordinanza. Finita l'emergenza

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

A Genova c'è lo scalone a cui si ispirò Hitchcock per "Vertigo"

Coronavirus

Ristorante aperto: «Siamo una mensa», ma scattano le multe

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento