rotate-mobile
Cronaca

Bus elettrici e nuove fermate, pronta a partire la rivoluzione dei 4 Assi di Forza

L'obiettivo è aggiudicare i lavori entro fine 2022 e iniziare i cantieri nel 2023

È entrato nel vivo il progetto dei 4 Assi di Forza del trasporto pubblico locale: con l'uscita della gara di appalto integrato dopo alcuni mesi di lavoro di progettazione, viene mantenuto l'obiettivo di aggiudicare i lavori entro fine 2022 e iniziare i cantieri nel 2023. 

"Un appalto molto importante per l'intera città, non solo per l'importo dei lavori di oltre 250 milioni di euro, ma anche per la sua valenza strategica in ottica di una visione moderna, sostenibile, efficiente del trasporto pubblico locale a Genova", ha commentato l'assessore alla Mobilità Matteo Campora. 

La gara di appalto integrato, che comprende la progettazione esecutiva e lavori, abbraccia la viabilità di tutta la rete primaria di Genova, identificando i 4 assi di mobilità principali (Levante, Centro, Ponente e Valbisagno) con una sinergia volta al rispetto delle frequenze, all'accessibilità, al massimo della tecnologia sia a bordo che in fase di attesa, alla sostenibilità.

Il progetto prevede:

  • una tecnologia elettrica In Motion Charging sui 3 Assi (Levante, Centro e Ponente), sfruttando la rete bifilare esistente che sarà mantenuta  
  • e la tecnologia di ricariche elettriche opportunity/flash nell'asse Valbisagno.

In totale 96 km di linea da Levante a Ponente e nelle valli, attraversando il centro. Le corsie riservate e il preferenziamento semaforico garantiranno velocità di percorrenza elevate, rispetto delle frequenze, tempi minimi di arrivo a destinazione.

Le nuove fermate (oltre 400) saranno completamente sostituite e riammodernate garantendo accessibilità, sicurezza e confort con una tecnologia all'avanguardia che sarà in grado di fornire a tutti informazioni sul viaggio. La tecnologia sarà elettrica in ottica di rinnovo del parco mezzi attualmente diesel con 145 nuovi bus elettrici da 18 metri, che saranno acquistati a partire dal 2023. 

Il Rup e Pm del progetto Alberto Bitossi si dichiara soddisfatto del lavoro di tutti i tecnici Amt e Comune di Genova, dei progettisti capeggiati da Italferr e di tutto il team Pmo capeggiato da Rina, che ha seguito dalle prime fasi la commessa arrivando a questo importante step in un progetto Pnrr che deve essere concluso nel 2026.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bus elettrici e nuove fermate, pronta a partire la rivoluzione dei 4 Assi di Forza

GenovaToday è in caricamento