Attentato a Roberto Adinolfi: lo sdegno di Marco Doria

Marco Doria e tutti i componenti della lista che porta il suo nome esprimono sdegno per il gesto criminoso compiuto stamattina nei confronti dell'amministratore delgato di Ansaldo nucleare Roberto Adinolfi. Il dirigente è stato operato e non è grave

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di GenovaToday

Marco Doria e tutti i componenti della lista che porta il suo nome esprimono sdegno per il gesto criminoso compiuto stamattina nei confronti del pacifico e democratico cittadino genovese Roberto Adinolfi.

Le circostanze e i modi dell’atto portano a ricondurre le intenzioni dei delinquenti (comunque si chiamino e si definiscano) alla forsennata strategia del terrore e dell’intimidazione che ha segnato per tanto tempo la storia del nostro paese.

Assieme alla immediata solidarietà rivolta a chi è stato oggetto della violenza ed alla sua famiglia, manifestano la necessità di reagire democraticamente con fermezza alla minaccia rappresentata da quanto è accaduto.

Oggi diventa ancora più importante richiamarsi ai contenuti della Costituzione Italiana e all’ambito di democrazia e partecipazione che essa assegna allo svolgimento della vita politica.

Torna su
GenovaToday è in caricamento