rotate-mobile
Cronaca Carignano / Mura del Prato

Croce Bianca: "Ambulanze bloccate al Galliera per cronica mancanza di letti"

Secondo il presidente della pubblica assistenza, Walter Carrubba, siamo di fronte a una situazione "non più procrastinabile"

L'ultima volta che abbiamo sentito il Galliera era il 3 novembre e ci è stato spiegato che il problema non è la mancanza di barelle, ma la necessità di mantenere il distanziamento fra i pazienti, che dunque devono essere sistemati in spazi diversi prima di poter essere visitati.

Eppure anche nei giorni seguenti abbiamo ricevuto segnalazioni da parte di alcune pubbliche assistenze, bloccate con le loro ambulanze al pronto soccorso del Galliera, perché costrette ad attendere la restituzione della barella. Oggi, martedì 16 novembre 2021, è il presidente della Croce Bianca Genovese, Walter Carrubba, ad alzare la voce.

"Stamattina ci tocca lanciare l'ennesimo (e speriamo, almeno stavolta, non inascoltato) 'grido di dolore' - dichiara Carrubba -: da stanotte alle 00.30, infatti, un nostro equipaggio di tre soccorritori è letteralmente bloccato al pronto soccorso dell'ospedale Galliera a causa della mancanza di lettini, che costringe il paziente a essere mantenuto sulla nostra barella, per di più in codice giallo, quello di media gravità la cui trattazione dovrebbe avvenire, secondo le nuove linee, entro 15 minuti".

"Questa situazione - prosegue il presidente della Croce Bianca Genovese -, per la quale non si può parlare certo di emergenza considerato che permane da anni e anni, pone in grave difficoltà non solo la nostra Pubblica Assistenza ma anche tutte le altre: i volontari del turno notturno (che avevano dato disponibilità dalle 20.30 alle 07.30) devono recarsi al lavoro, peraltro dopo un'intera notte in bianco; a loro e ai dipendenti va inviato il cambio e il mezzo resta fermo, venendo così sottratto all'emergenza territoriale e ai trasporti sanitari ordinari. Il tutto, naturalmente, con un estremo disagio anche per la nostra centrale operativa che deve riorganizzare completamente la turnistica".

"Mentre scriviamo - conclude Carrubba - all'ospedale Galliera restano più di 60 pazienti di cui 15 in attesa e ben 40 tra codici rossi e gialli attualmente in visita. Chiediamo quindi anticipatamente scusa a tutta la cittadinanza per eventuali disservizi, del tutto indipendenti dalla nostra volontà. Il modo migliore per aiutarci sarebbe quello di 'farsi sentire' nelle sedi opportune, questa situazione non è più tollerabile né procrastinabile. Ci date una mano?".

La replica della direzione sanitaria del Galliera

"Questa notte, al pronto soccorso del Galliera, si è verificata una situazione di iperafflusso ma, al momento, le ambulanze pervenute nelle ore notturne sono state tutte prese in carico. In queste ore si registra comunque un afflusso elevato: nella tarda mattinata di oggi, infatti, in meno di due ore sono arrivate 14 ambulanze".

"La logistica degli spazi del pronto soccorso dell’ospedale Galliera, nella presa in carico dei pazienti, deve tener conto della sicurezza degli operatori e dei pazienti stessi".

"L’iperafflusso registrato nel fine settimana ha generato una forte domanda di posti letto disponibili per la degenza, che non può prescindere dal rispetto delle misure di distanziamento sociale dettate dall’emergenza covid-19".

"La direzione sanitaria ha ribadito che vengano messe in atto tutte le azioni necessarie, in particolare nei momenti di maggiore afflusso, prevedendo, tra l’altro, di utilizzare anche barelle del blocco operatorio".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Croce Bianca: "Ambulanze bloccate al Galliera per cronica mancanza di letti"

GenovaToday è in caricamento