menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Galleria degli Erzelli, giù anche l'ultima barriera. Tunnel aperto a inizio 2017

Con l'abbattimento dell'ultimo ostacolo, i mezzi pesanti del Terzo Valico potranno accedere direttamente in autostrada, evitando i centri abitati

“Spazzato via” anche l’ultimo ostacolo nella galleria degli Erzelli, opera accessoria per la realizzazione del Terzo Valico: in mattinata a Borzoli, tra via Melen e via Borzoli, è stato abbattuto l’ultimo diaframma, alla presenza dei rappresentanti di Covic, il general contractor incaricato della progettazione e della realizzazione dell’opera, e del vicesindaco e assessore all’Urbanistica, Stefano Bernini.

Un crollo che segna la fine degli scavi in galleria della nuova viabilità, e che consentirà l’accesso dei mezzi di cantiere direttamente in autostrada, evitando così che tir e camion debbano passare nei centri abitati: un’opera accessoria rispetto ai lavori per la realizzazione del Terzo Valico, ma che in quartieri come Borzoli e Sestri Ponente assume importanza forse ancora maggiore, soprattutto per i residenti che da tempo denunciano la pericolosità del transito dei mezzi pesanti. Uno dei quali nel dicembre del 2014 fece una vittima, lo studente 18enne Alessandro Fontana, il cui zaino era stato agganciato dal rimorchio di un camion in un posteggio di motorini davanti alla scuola, all’incrocio tra via Giotto e via Borzoli.

In totale sono stati 53 i milioni investiti nell’opera, che ha visto al lavoro circa 70 persone ogni giorno per poco più di tre anni: una galleria che collega l’aeroporto di Genova e la val Chiaravagna e misura 1.810 metri, e che dovrebbe aprire al traffico a inizio 2017. Il diaframma abbattuto oggi fa parte di un segmento di 850 metri, e ha visto gli operai al lavoro per scavare tra le due gallerie autostradali e la zona sovrastante e costruita, cosa che ha richiesto monitoraggi costanti.

I lavori per il completamento del Terzo Valico intanto procedono secondo il cronoprogramma: la nuova linea ad Alta Velocità commissionata da Rete Ferroviaria Italiana (RFI) saranno ultimati a fine 2021, con l’obiettivo di potenziare i collegamenti del sistema portuale ligure con le principali linee ferroviarie del Nord Italia e con il resto d’Europa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Costume e società

Da dove deriva il nome del quartiere Marassi?

Ultime di Oggi
  • Coronavirus

    Vaccino coronavirus, Toti: «Ritengo che da giugno si andrà senza più fasce di età»

  • Coronavirus

    Si presenta di notte all'hub per il vaccino, ma trova chiuso

  • Coronavirus

    Scuole, la didattica in presenza sale all'80 per cento

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento